Durante:”Sorrento calcio e turismo si può”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Il co-presidente Paolo Durante (foto Romano)

Sorrento . “Ad Ischia hanno capito che il professionismo nel calcio può essere una vetrina per il turismo. Dobbiamo concepirlo così anche a Sorrento”. Senza giri di parole ecco il Paolo Durante pensiero. Il neo presidente del Sorrento, che di turismo ne capisce, rilancia un connubio che spesso è stato messo in discussione in penisola.
Da tifoso a massimo dirigente di una squadra nell’arco di un paio d’anni, l’imprenditore turistico  fa il punto sulle cause che hanno spinto i rossoneri all’immobilismo sul mercato.
“Aver mantenuto la categoria è già una piccola vittoria. I senatori che abbiamo in squadra sono elementi che fanno gola, ma al momento nessuno ce li ha richiesti. Con un budget risicato sfrutteremo il minutaggio per aumentare gli introiti e garantire un futuro alla squadra”.
La ricetta è abbastanza semplice la green line prevede almeno sei under in campo con spazio ridotto per gli uomini di esperienza.
“ Senza indirizzi precisi da parte della federazione tutto il mercato è in stallo – commenta Durante -. Avremmo un’ossatura composta al 70% se potessimo schierare tutti, ma non sarà così”.
Tra i tifosi serpeggia sempre la remota speranza che possa tornare anche come sponsor il patron Mario Gambardella, ma il presidente ribadisce che la volontà di una persona non si può forzare.
“C’è la cordata di imprenditori locali che si è prodigata tanto. Non credo ci sarà il colpo di coda di Gambardella, quello lo faremo noi per mantenere in equilibrio i conti sino alla fine del campionato”.
La sfida è lanciata su due piani quello di gestione del team e quella della struttura sportiva, ma se per la prima ci può essere una responsabilità diretta, sulla seconda si ci deve affidare alla politica.
“Speriamo di avere lo stadio il prossimo anno – conclude il presidente -. Basta essere sbeffeggiati dalle compagini settentrionali per la nostra struttura, la città non lo merita”.
Se il blocco delle cessioni limita al massimo gli ingressi, si muove qualche cosa sul fronte addii.
Best in show Ciro Ginestra. Il procuratore del bomber ha riaperto un canale con la Salernitana; se son rose fioriranno. Nel pacchetto arretrato su Vanin ha puntato i fari il Frosinone. Il Lanciano segue, ma ha la disponibilità del giocatore che ritroverebbe Gautieri. L’Ascoli tenta di soffiare Nocentini ai granata salernitani, mentre Bondi è ricercato dal Mantova. L’Empoli, dell’ex Sarri, tallona i lombardi, mentre in terza battuta la Salernitana tenta il brasiliano per un clamoroso ritorno. Il Monza ha ripreso a trattare Beati legato al Sorrento da un biennale.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!