Il Vico tenta l’Eccellenza

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Vico Equense – Non sarà un’avventura, cantava così Lucio Battisti al Sanremo del 1969 e anche per il Vico il futuro sarà più sicuro.
Il mese trascorso tra incontri, false partenze, rotture e riavvicinamenti sta dando i suoi frutti. Il dimissionario presidente Nello Savarese sembra ormai un lontano ricordo, mentre Aniello Guidone il futuro.
Savarese non era  mai stato così sicuro. Basta calcio, chi avesse voluto poteva continuare, il titolo sarebbe stato rilevato gratis.
Le assemblee ospitate dalla sala consiliare del comune hanno portato a quella che sembra la soluzione finale. In questo caso la montagna non ha partorito un topolino. L’impegno di tutta la città potrebbe garantire la Promozione 2012-13.
Le ultime dalla terra dell’università della pizza parlano chiaro: si tenta il ripescaggio. La domanda è stata presentata in Federazione, ora gli organi di competenza vaglieranno l’opportunità di accettarla o meno.
L’associazione circolo tifosi Vico, con a capo De Gennaro e Celentano,con  l’azionariato popolare sosterrà la nuova vita del Vico Equense. Tutti potranno contribuire a fronte di una donazione anche minima.  La vita della squadra è nelle mani di tutta la città. Guidone dopo l’iscrizione darà il via al nuovo corso.
Il mercato può attendere. Le impellenze sono altre. Il tempo c’è resta da vedere se alle parole seguiranno i fatti.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!