Crisi Vico all’epilogo, Guidone in società per garantire il futuro

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Si animerà di nuovo il Massaquano nel fine settimana

Vico Equense – La querelle estiva è quasi terminata. Il Vico avrà un futuro. Dopo le dimissioni del presidente Nello Savarese i bianco rossi hanno vissuto un periodo davvero terribile con incontri che si succedevano tra rappresentati delle forze imprenditoriali locali e Ciro De Gennaro, figura storica del calcio vicano e interlocutore scelto per risolvere la crisi.
E’ trascorso circa un mese, ma la soluzione è vicina.
Aniello Guidone è stato individuato come l’uomo nuovo per far proseguire la vita del Città di Vico Equense. Lui sarà la figura intorno alla quale graviteranno altri imprenditori di Vico per dare solidità al nuovo progetto post Savarese.
L’associazione circolo tifosi Vico, con a capo De Gennaro e Celentano, attraverso l’azionariato popolare e la collaborazione di Guidone iscriveranno la squadra al prossimo campionato di Promozione, poi il via alle danze del calcio mercato ancora ingessato dopo le dimissioni del presidente.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!