Majellalonga: Cinque chiude nono, ma vince D’Angelo

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sulmona – E’ ancora una volta rimandato l’appuntamento con la vittoria per Raffaele Cinque del Team Cilcismo Sorrentino. L’alfiere del sodalizio costiero gestito dall’avvocato Pecchia chiude nella top ten della generale e quarto della sua categoria della Granfondo Majellalonga dimostrando un ottimo stato di forma. Sul traguardo di Sulmona vince D’Angelo su Kris e Torosantucci.
Gara difficile considerate le asperità di giornata che i ciclisti sono costretti ad affrontare ad andatura sostenuta e con un forte vento che ha reso tutto più difficile.
Al termine della prima salita di giornata il gruppo si spacca in due tronconi, alla seconda difficoltà della calda domenica abruzzese si assottiglia sempre di più il numero dei poursivants che si riduce a circa dieci unità.
Cinque tenta l’allungo su un tratto di falsopiano, ma viene ripreso dai compagni di fuga a pochi chilometri dal Gpm, il ciclista costiero non riesce a rispondere immediatamente al contrattacco di Maccanti, Torosantucci, D’angelo e Nikandrov, prova rientrare con altri inseguitori, ma alla fine chiude nono.
Altri elementi del TCS chiudono entro la ventesima piazza. Cappiello è quattordicesimo, mentre Martirani segue di poco in sedicesima piazza.
Nel circuito medio Sbaratta non riesce a tenere le ruote dei migliori e chiude in 34ma piazza, accusando un calo nel finale quando i migliori hanno aumentato l’andatura.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!