Polisportiva: si attendono novità in prospettiva A3

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sorrento – A piccoli passi, la Polisportiva si avvicina alla prossima stagione con molti dubbi. Il principale nodo da sciogliere è la categoria nella quale la squadra giocherà il prossimo campionato: la società ha inviato richiesta per il ripescaggio nella nuova serie A3 sfiorata sul campo per un solo punto.
La risposta determinerà il lavoro da svolgere da dirigenza e allenatore: Paolo Falbo e la presidentessa Russo sceglieranno gli elementi per completare la squadra in base all’esito positivo o meno della richiesta.
In caso di esito positivo, la squadra non sarà l’unica questione da dipanare prima della partenza ufficiale. La presenza nella nuova serie della Polisportiva determinerebbe qualche cambiamento al palazzetto Atigliana, che ospita le gare casalinghe della squadra. La A3 richiede, anche se non obbligatoriamente, il parquet e sembra che l’amministrazione sia decisa a muoversi in tal senso.
Non resta che aspettare il destino della compagine: in ogni caso, comunque, i protagonisti sono pronti a partire con entusiasmo, cercando di migliorare il risultato della scorsa stagione.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!