Italian Radical Trophy: Luigi Bruccoleri non sbaglia e chiude primo gara 1

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Luigi Bruccoleri si impone in gara 1 nel secondo appuntamento dell'Italian Radical Trophy a Pergusa

Pergusa – Non riesce a brindare al successo in gara 1, nella seconda prova dell’Italian Radical Trophy, Michele Esposito troppo falloso in corsa che regala il gradino più altro del podio a Luigi Bruccoleri. La partenza al palo è da migliorare per il giovane pilota costiero che viene bruciato dal collega siciliano.
Dopo un tentativo di fuga del driver che divide con Esposito il volante nel campionato europeo, c’è il ritorno del sorrentino che inanella una serie di giri veloci.
Non attende di prendere la scia nei lunghi rettilinei del circuito siciliano l’alfiere dell’Autosport Sorrento che prova all’esterno alla prima curva, ma va sullo sporco e si gira.
Gara compromessa? Quasi. Alle spalle della coppia di testa c’è intensa lotta tra Pellegrini su Radical Sr3 e Laureti su Sr4, mentre l’esordiente Palomba stacca i diretti inseguitori e chiude al quinto posto complice la serrata lotta tra Pennaforte, Alessio Bruccoleri, Venanzio.
Con il vesuviano Palomba che approfitta delle toccate e della bagarre tra i suoi diretti rivali, in sesta piazza chiude Pennaforte. Il pilota della Concordia Motorsport partirà al palo in gara 2. Infatti, nell’Italian Radical Trophy c’è l’inversione dei primi sei in griglia nella seconda manche di giornata.
Michele Esposito, però, riesce a riportarsi a solo un secondo e mezzo da Luigi Bruccoleri quando alla fine della corsa ci sono ancora due giri. Il passo gara è tutto a favore del pilota costiero che, ancora una volta, pecca di frenesia e poco dopo il traguardo va per la seconda volta in testa coda regalando gara 1 al collega siciliano che si porta in testa al campionato dopo le prime tre manche.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!