Gargiulo:”Massa quanti peccati di inesperienza. Ora forze fresche in società”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Gargiulo:"Cerchiamo forze fresche in città e fuori per dare solidità al progetto" (foto Pollio)

Massa Lubrense – Una pietra miliare nella storia del Massa Lubrense è stata posta nell’ultimo match contro il Faiano. Una vittoria netta e perentoria con la squadra salernitana che annoverava al suo interno calciatori di spessore e di esperienza per la categoria che il Massa ha voluto fortemente mantenere.
«Credevamo di aver fatto le cose per bene in avvio di stagione e poi successivamente sul mercato a dicembre, ma improvvisamente qualcosa si è inceppato e ne abbiamo pagato le conseguenze – commenta il Dg Gargiulo -. È stata durissima, ma alla fine ce l’abbiamo fatta».
I nero azzurri hanno pagato salatissimo il conto dell’Eccellenza. Partenza ad handicap, cambio di allenatore in corsa, percorso ad ostacoli in casa e inesperienza a tutto spiano per dirigenza e giocatori.
«Lo scotto dell’inesperienza per la categoria c’è stata a tutti i livelli anche e soprattutto nell’aspetto societario – spiega il dirigente massese -. Alcuni ragazzi erano alla prima esperienza come noi e hanno dato il massimo. Per l’Eccellenza ci vuole un’organizzazione importante con investimenti mirati».

“Marino? Sarà l’attaccante del prossimo anno” spiega il Dg

Un roster nuovo che si è rinnovato di continuo pur di raggiungere l’agognata salvezza. Alcuni hanno dato di più di altri, ma alla fine il bersaglio è stato centrato.
«Ciro Porzio in forma è stato devastante, Vinaccia si è confermato, mentre mi ha sorpreso Antonino Cuomo – analizza Gargiulo -. Sarebbe potuto essere l’anno di Vincenzo Esposito dal quale mi aspettavo molto di più peccato per le troppe espulsioni».
Il Toro di Praiano, Aldo Marino, ha realizzato sette reti nelle dodici gare in nero azzurro, un punto di riferimento costante che è venuto a mancare nel momento topico della stagione appiedato da un infortunio. Potrebbe ripartire da lui il futuro prossimo del Massa Lubrense.
«Se il Massa ci sarà, lui sarà il nostro attaccante – dichiara il Dg -. Logicamente se l’Agropoli dovesse farsi avanti Marino sarà libero di tentare l’avventura in D».
Il punto e la ripartenza ora passa da un periodo di riposo per tutti. Mantenere l’Eccellenza è stato un piccolo miracolo sportivo, vedere il Cerulli con 400 spettatori è stato inebriante, adesso la famiglia.
«Questa salvezza la dedichiamo alle nostre famiglie a cui abbiamo sottratto tanto tempo e a noi stessi – conclude Gargiulo -. Ringrazio l’amministrazione comunale e tutta la città, ma adesso servono nuove forze cittadine e non per pianificare la prossima stagione».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!