Guarracino:”Sant’Agnello il lavoro paga”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Guarracino:"A Capri grande difesa, buon centrocampo e super Macarone"

Sant’Agnello – Un’impresa fatta in famiglia. Questa in sintesi la salvezza del Fc Sant’Agnello orchestrata alla grandissima dal mister Antonio Guarracino. Budget minimo, lavoro sul campo tanto, buon gruppo e la Juniores vice campione regionale del 2011 alle spalle, le caratteristiche che  hanno permesso ai bianco azzurri del presidente Negri di tagliare un traguardo che al giro di boa sembrava lontano anni luce.
«Se dall’inizio dell’anno le cose avessero girato al meglio avremmo potuto fare un campionato brillante – commenta Guarracino -. Ora possiamo rilassarci, ma abbiamo vissuto un girone di ritorno intenso giocato sempre al massimo con un finale alla grande».
Un match intenso, tirato e meritato quello con l’Anacapri che ha permesso alla compagine costiera di mantenere la Promozione e ambire anche al salto di categoria, nell’eventualità in cui fosse richiesto un ripescaggio in Eccellenza.
«Oggi abbiamo disputato una partita da grande squadra con una difesa pressoché perfetta, un centrocampo encomiabile e un apporto degli under alla grandissima – spiega il trainer bianco azzurro -. Macarone e Fiorentino hanno giocato una grande partita dimostrando che il lavoro sul settore giovanile paga».
Difficoltà su difficoltà in avvio. Il campo di gioco non pronto l’allenarsi su un terreno di gioco ristretto, le sviste, i piccoli errori e lo scoramento. Il mister mette tutto alle spalle perché il lavoro al termine dell’anno ha dato i suoi frutti.
«I problemi hanno cementato il gruppo, ci hanno fatto crescere e poi come lavoro ho potuto mettere a punto prima alcuni dettagli e poi gli altri – conclude Guarracino -. Un grazie a tutta la squadra, da chi ha iniziato con noi il campionato a chi lo concluso con questo successo».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!