Folgore IDiv: Procida si impone in gara 1

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Folgore battuta da Procida nella finale d'andata dei playoff IDiv.

Napoli – Al Pala Argine di Napoli la Folgore, seguita da un nugolo di giovani tifosi “rimproverati” dagli avversari per l’entusiasmo considerato eccessivo, soccombe ad un’ottima Gabbiano Procida nella sfida d’andata della finale playoff di Prima Divisione maschile. Rammarico per i ragazzi di Giacobelli che hanno gettato al vento i primi due set riprendendo un po’ di smalto nel terzo set.
Da brividi il primo parziale con Procida che si porta avanti addirittura di 12 punti lasciando a bocca asciutta i massesi scossi da un avvio così difficile: Giacobelli chiama due time out ma non riesce a far rialzare la testa ai suoi. Nel finale di set la Folgore finalmente comincia  segnare ma il finale è di 25-16.
Diversa la storia nel secondo set equilibrato fino al 11-10 quando una rotazione delicata mette in difficoltà i massesi permettendo a Procida di scappar via sul 17-11. Si chiude come nel primo set ma con segnali positivi in casa Folgore.
Terzo set: Procida comincia a sbagliare qualcosa mentre i verdi di Giacobelli sistemano la difesa e cominciano a martellare grazie alla vena ritrovata degli opposti. La Folgore se la gioca ma non riesce a completare la rimonta; servirà una grande prestazione il 20 per rimettere in sesto le sorti della finale. Mister Giacobelli proverà per questo a modificare l’approccio alla gara dei suoi: «Il rammarico più grande è quello di non essere praticamente scesi in campo nei primi due set. Nel terzo ci siamo scrollati di dosso un pò di timori e abbiamo fatto vedere anche buone cose, seppur a sprazzi. In settimana lavoreremo su alcune cose, ma l’importante è approcciarsi a questi incontri col giusto piglio e con la sfrontatezza che fino ad ora ci ha contraddistinto. Noi non molliamo!».

Gabbiano Procida – Folgore Massa 3-0 (25-16, 25-16, 25-22)
Folgore Massa: Terminiello, Di Leva, Iaccarino, Maresca, Giglio, Fiorentino, Miccio, Vinaccia, Mastellone R., Ruocco (K), De Maria, Mastellone P. (L). All.: Giacobelli.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!