Vico: game over. Positano in finale

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Ha aperto le marcature Vincenzo Gargiulo (foto Capodanno)

Vico Equense – Un Vico mai così spento ha perso l’opportunità di prendersi l’Eccellenza gettando alle ortiche una partita nata così così, continuata male e finita anche peggio.
Il Positano inizia in maniera molto aggressiva la gara mentre il Vico sembra un po’ appannato ma inizia bene con Apuzzo che manda a lato un destro. Al 15′ gol fantasma per i vicani, da un’angolo Inserra mette in mezzo, colpo di testa e tocco sotto rete di Dioneo, salvataggio difficile da decifrare e si continua. Al 18′ il primo gol positanese con Gargiulo, che raccoglie una palla vagante da angolo e la mette sotto le gambe di un D’Alessandro imbambolato. Vico scosso, ma può subito reagire ancora da azione d’angolo: Dioneo stacca di testa e Santaniello la prende con il braccio. Rigore sacrosanto che Pisacane si fa parare da un ottimo Palumbo pur tirando forte alla sua sinistra. Sgomento in campo e sugli spalti gremiti; è il momento più difficile di tutta la stagione.
Al 40′ ci prova Apuzzo che su punizione dalla sinistra di Inserra colpisce di testa ma la palla sfila a lato. Continua a piovere sul bagnato per il Vico che perde Scala, espulso al 41′ per uno schiaffo a un avversario. Ultima occasione per Pisacane che prova il gol della domenica in rovesciata ma viene miracolosamente anticipato da De Rosa.
Il thè caldo negli spogliatoi non riscalda i cuori vicani; passano solo sei minuti e De Simone, provocatorio e puntualmente beccato dal pubblico, segna su assist di Cesarano dalla sinistra: perfetto colpo di testa e palla che bacia la traversa e si spegne in rete. 2-0 e Vico gelato, senza idee e gioco.
Mister De Simone prova a mettere dentro Del Sorbo togliendo Paragallo, ma non c’è niente da fare. Ottima occasione per gli avanti vicani al 25′ ma dopo un assurdo tique toque sotto porta l’occasione sfuma malinconicamente. Conte prova caparbiamente a sfondare sulla destra, mentre Dioneo si fa beccare tre volte in netto fuorigioco. In campo c’è tensione e molti giocatori sono colti da crampi. L’ultima emozione la regala il neoentrato Esposito che si mangia il 3-0 ospite rendendo ancora più amara una sconfitta figlia di un approccio sbagliato alla partita, che non cancella comunque l’ottimo campionato della squadra. E’ mancata, alla fine dei conti, la classica ciliegina sulla torta.

Vico Equense – San Vito Positano 0-2
Vico Equense: D’Alessandro 4.5, Cirillo 5, Rapesta 5.5, Scala 4.5, Paragallo 5.5 (1’st Del Sorbo 5), Piscopo 5, Conte 6.5, Apuzzo 6 (15’st Esposito 5), Dioneo 5, Inserra 5 (10’st Fontanella 5.5), Pisacane 4.5. A disposizone: Belviso, Savarese, Arpaia, Serio. Allenatore: De Simone 5
San Vito Positano: Palumbo 7, Stulmo 6 (32’st Ricco sv), Guitto 6.5, De Rosa 6, D’Alesio 6, Santaniello 5.5, Mugolieri 7, Gargiulo 7, De Simone 7, Cesarano 6 (36’st Esposito V. sv), Giordano 6 (27’st D’Auria sv). A disposizione: Oliva, Falanga, Alfano, Fusco. Allenatore: Cuomo
Arbitro: sig. Lippiello di Avellino
Marcatori: 18’pt Gargiulo (P), 6’st De Simone (P)
Note: Spettatori 300 circa. Ammoniti: Santaniello, Mugolieri, Cesarano, Gargiulo. Espulso: Scala. Recupero: 2’pt, 5’st.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!