SGB: Sconfitta con la Boschese – Il presidente Di Palma: “abbiamo raggiunto l’obiettivo stagionale”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

una fase dell'incontro di andata tra San Giovanni Battista e Real Boschese

Il San Giovanni Battista, pur uscendo sconfitto dal V. Pozzo di Boscoreale, raggiunge l’obiettivo prefisso all’inizio di stagione, ossia una tranquilla salvezza, con due turni di anticipo. L’incontro si svolge con un orecchio ai telefonini, sui quali giungono notizie da Lettere (dove è impegnata la Juve Propoggiomarino) e da Massalubrense (dove la squadra di casa è condannata a vincere per  tenere acceso un lumicino di speranza per evitare i play out. Francesco Nardo, allenatore della formazione costiera, lascia a riposo Caccioppoli, Starace, Parlato, ed altri titolari, in vista del successivo match salvezza con il Pietro Abbate: nonostante ciò i rossoblu sono ben disposti in campo e non soffrono particolarmente gli attacchi della capolista. Tuttavia al 9° Ricciardi tocca Severino in area: il penalty viene trasformato dallo stesso attaccante (capocannoniere del torneo). Quando al 28°  Infante pesca il Jolly da 30 metri, battendo imparabilmente D’Urso, appare chiaro che la partita ha ormai preso una certa direzione. Nella seconda frazione di gioco la Boschese arrotonda lo score,  mentre la Juve Poggiomarino espugna Lettere e il Real Massa viene battuto al Cerulli dal Toria. Quest’ultimo risultato consente ai rossoblu di Massaquano, di raggiungere matematicamente la salvezza, con 32 punti a due giornate dal termine del torneo. Il Presidente Raffaele Di Palma, esprime la sua soddisfazione. “Seppure sconfitti oggi contro una fortissima Boschese, avevamo raccolto già i punti che ci consentivano una certa tranquillità,  raggiungendo la salvezza con due turni di anticipo . Ora bisogna programmare il prossimo anno agonistico ; occorre comunque una maggiore partecipazione , specialmente di appassionati che vengano ad incitare la squadra al campo sportivo di Massaquano. Faccio i complimenti ai ragazzi, per il risultato conseguito, e a Francesco Nardo  che per il secondo anno consecutivo ha dato la sua impronta alla squadra, facendo debuttare nella categoria, molti giovannissimi della Juniores.

Boschese – San Giovanni Battista 4 – 0

BOSCHESE: Russo, Servillo L. (77’Cimmino), Picciau, Carotenuto, Criscuoli (71’Troise), Infante G., Del Sorbo, Infante A. (52’Venditto), Severino, Servillo F., Criscuolo. All. Paduano. In panchina: Vangone, Cicatiello, Scarfati, Fiasco.
SAN GIOVANNI BATTISTA: D’Urso (68’De Simone), Guida, Ricciardi, Di Palma, Coppola, Gargiulo (46’Iaccarino), Di Paola, Macrì (65’Cioffi II), Guida, Cioffi G., Esposito. All. Celentano. In panchina: Starace, Caccioppoli.

ARBITRO: Fedele di Napoli.
RETI: 9’Severino rig., 28’Infante G., 61’Severino, 76’Criscuolo.
NOTE: Spettatori 200 circa. Ammonito Di Paola (SG). Angoli 6 a 3. Recupero: 1’pt, 0’st.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!