Polisportiva: lezione a domicilio alla Family Basket

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Caserta – Nel girone di Ammissione al prossimo campionato di Sviluppo, la formazione di serie B della Polisportiva Sorrento ha ottenuto una vittoria fondamentale per continuare a sperare nella qualificazione. Al Palavignola di Caserta la squadra di coach Falbo ha battuto la Family Basket con un netto 31-54, approfittando della poca convinzione delle avversarie già fuori dai giochi e inserite nei gironi grazie a un complicato meccanismo che ha deciso la partecipazione alla seconda fase delle squadre arrivate fino al nono posto in classifica, il penultimo, del rispettivo campionato di categoria.
Polisportiva costretta comunque a sfoderare una buona prestazione e a trovare la vittoria anche se con i larghi favori del pronostico: perdere avrebbe significato abbandonare l’obiettivo definitivamente, dopo la sconfitta di misura contro il Centro Diana nella seconda giornata. La squadra di Falbo ha cominciato bene la gara portandosi in avanti di cinque punti ma la Family ha resistito diminunendo lo svantaggio fino a -1 nel primo quarto; la difesa sorrentina ha a quel punto abbassato la saracinesca costringendo le avversarie a forzare i tiri. Il vantaggio ha cominciato a salire fino al +10 del primo parziale con una ottima prestazione della Ayroldi che si sta ben riprendendo da un lungo infortunio che l’ha costretta a un lungo stop; spazio anche per le giovanissime De Lizza e Cacace che hanno dato il loro contributo alla vittoria, mai in discussione dal secondo quarto in poi. Si va al riposo con un confortante +21 delle sorrentine che gestiscono al meglio il gioco e contengono la stizzita reazione delle avversarie che innervosiscono inutilmente la gara mettendo in difficoltà anche gli arbitri che dimostrano poca personalità. Si chiude sul 31-54 per la Polisportiva che si giocherà il tutto per tutto giovedì sera alle 20 in casa contro il Centro Diana, cercando di ribaltare il risultato della partita d’andata, persa di un solo punto, e di centrare la qualificazione.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!