SGB: fondamentale vittoria con il SM La Carità

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Peppe Parlato in azione di contropiede contro il SM La Carità

Importantissima vittoria del San Giovanni Battista, contro un’ottima S.Maria La Carità, che anzi ha per lunghi tratti schiacciato i rossoblu nella propria metà campo. L’incontro inizia con le due formazioni che si affrontano a viso aperto, ma è la squadra ospite che assume l’iniziativa del gioco, con il SGB che cerca di pungere in contropiede. Al 15° la chiave di volta dell’incontro: con un break Cosimo Di Paola, lancia sull’out destro Esposito, che con una splendida azione personale, stringe al centro e superato di potenza Mosca, lascia partire un tapin chirurgico che si insacca nell’angolino lontano dalle mani di Longobardi, siglando la 103^ rete in casacca rossoblu. Gli ospiti schiacciano  la squadra di casa nella propria area, che comunque è attenta e puntuale in difesa ove giganteggia Ricciardi.  Al 38° occasione gol per gli azzurri con Cosentino che batte a colpo sicuro verso la rete, ma è Nik D’Urso che neutralizza ; sulla ribattuta stavolta è la traversa a negare la segnatura all’ottimo Giordano. Allo scadere del tempo Mosca si fa espellere per somma di ammonizioni.
Nella seconda frazione i sammaritani non sembrano per nulla condizionati dall’inferiorità numerica, impegnandosi in un vero e proprio forcing stringendo d’assedio i locali; il SGB si difende con ordine e quando occorre è sempre D’Urso a blindare la porta. Alla mezzora della ripresa la squadra in svantaggio paga inevitabilmente l’uomo in meno e quindi la stanchezza, lasciando voragini in difesa: il SGB sciupa alcune occasioni, ma al 78° finalmente concretizza con il raddoppio di Piccolo. Passano due minuti , ed è ancora la squadra di mister Nardo a chiudere definitivamente i conti con la rete di Starace.
Migliore in campo, sicuramente Borrelli di Nola, direttore di gara avvezzo ad altre categorie e che ha sbagliato pochissimo.
Abbiamo finalmente risposto sul campo alle tante cassandre che remano contro il SGB – commenta il DS Carrano – con una vittoria ottenuta con un ottimo assetto tattico e con la giusta determinazione.

San Giovanni Battista – S. Maria La Carità    3  –  0

SAN GIOVANNI BATTISTA: D’Urso, Starace, Ricciardi, Di Palma (84 Celentano V.), Parlato, Gargiulo (65 Guida L.), Di Paola, Piccolo, Guida G. (70 Cioffi), Caccioppoli, Esposito  – a disp.: De Simone, Iaccarino, Celentano G – – allenatore NARDO (squalificato)
S. MARIA LA CARITA': Longobardi, Lauro, Mosca, Aprea C., Iaccarino, Aprea A (75 Panariello), De Riso, Amita, Costantino, Giordano, De falco (56 Malafronte) – a disp. : Ferrentino – allenatore NAPODANO

ARBITRO: Borrelli di Nola
AMMONITI: Starace (SGB),  Mosca, Aprea (SMC)
ESPULSI: Mosca (SMC)
RETI: 15 Esposito, 78 Piccolo, 80 Starace (SGB)

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!