Salvate il soldato Delio

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Capire, riflettere, agire. Qualche passaggio deve essere mancato ieri sera quando l’ex tecnico della Fiorentina Delio Rossi si è scagliato contro Adem Ljajic talentuso trequartista serbo della Viola.
In diretta televisiva l’uomo Rossi ha sbagliato colpendo con un pugno il suo giocatore, ma la gogna mediatica a cui è stato sottoposto sembra eccessiva.
L’allenatore riminese ha alle spalle una carriera fatta di gesti e parole misurate. Nessuna mancanza di rispetto verso avversari o giocatori almeno sino a ieri sera, quando alla lunga l’essere umano Rossi non avrà riflettuto dopo il provocatorio gesto del numero 22 della Fiorentina.
Lui, solo lui, sa cosa c’è alle spalle di questo finale di stagione dell Fiorentina pressata dall’amore e dalla rabbia dei tifosi con una società che appare e scompare come nelle migliori magie di Silvan.
Ha pagato in prima persona con l’esonero e tre mesi di squalifica mentre tutta la Fiesole e non solo si schiera con lui.
Il calcio non è impazzito, ma è stressatissimo. Compresso tra la ricerca ossessionata del risultato, i procuratori, i soldi e gli errori arbitrali,  non lascia scampo al semplice essere uomo.
Ora chi è senza peccato scagli la prima pietra. Rossi è pronto per essere lapidato anche se il popolo è dalla sua parte.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



One thought on “Salvate il soldato Delio

  1. Gaetano MASTELLONE

    Per prima cosa, complimenti a Josè Astarita per l’articolo. Mi ripeto ancora una volta; questo calcio non mi piace più! Ora tutti contro Mister Delio Rossi. Leggete questo interessante e ben fatto articolo. Sarà anche vero, come lo è, che Delio Rossi ha mal reagito ma è anche vero che ci vuole RISPETTO. I calciatori hanno il DOVERE di rispettare la SOCIETA’ ed il proprio ALLENATORE. Questo giovanotto viziato di calciatore ha iniziato lui ad applaudire “ironicamente” contro il Mister e poi ha continuato a mal apostrafarlo. Delio Rossi, già nervoso per la partita, ha avuto uno scatto di nervi! Deprecabile ma è stato preso in giro dal suo calciatore e questo non va bene! All’uomo Delio Rossi una immensa solidarietà. Poi cosa è successo? Tutti contro il Mister, NO questo Calcio non mi piace.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!