Lucarelli:”Vico mi sento tradito”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sorrento – Un amore durato due anni poi la crisi, la parola di troppo, la rottura. Termina così il rapporto tra Niki Lucarelli e il Vico Equense di patron Nello Savarese.
L’attaccante è sempre stato un elemento tutto genio e sregolatezza che ha mostrato qualche pecca sotto l’aspetto caratteriale quando si giocava lontano dal Massaquano. Con il suo destro a giro ha deliziato i tifosi azzurro oro, le punizioni e i rigori, ma dopo il match con il Pimonte la storia si è incrinata e si è bruscamente interrotta.
Le voci circolate nell’ambiente risaltano la figura di un Lucarelli venduto. L’ex Gragnano, però, vuole dire la sua senza fare polemica.
«Prima di tutto voglio augurare al Vico di poter raggiungere il traguardo massimo possibile da questi play-off – commenta l’attaccante -. La scelta di non far parte del gruppo Vico è stata mia e alla lunga mi sarei aspettato almeno un chiarimento con il presidente Savarese, cosa che purtroppo non c’è stata».
Sulle voci che lo hanno visto protagonista il numero nove bianco rosso approfondisce ancora di più il caso.
«Quando sono state mosse accuse contro dei miei compagni prima della gara con ilPimonte io li ho sempre difesi – conclude Lucarelli -. Sul mio conto invece nessuno ha detto nulla. Non voglio sminuire il Pimonte, ma alcuni elementi sono andati via a dicembre perché c’erano difficoltà con i rimborsi, ora  non vedo come fosse stato possibile comprare la mia prestazione. In merito al goal che ho realizzato non ho esultato perché il clima era già caliente di suo, ho pensato di non fomentare con esultanze i tifosi di una squadra in lotta per evitare la retrocessione».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!