Gimel: ancora una sconfitta. L’U14 alla finale provinciale

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Finale importante per la U14 di mister Terminiello

Massalubrense – La penultima giornata del girone di ritorno del campionato di serie C porta in dote l’ennesima sconfitta per la Gimel Sant’Agata che ha ormai dimenticato il sapore della vittoria ma può dormire sonni tranquilli appoggiando la testa sul cuscino salvezza.
La partita con la Marinagri Portici è condizionata da un primo set sciagurato, in cui le gimelline hanno pagato il fattore campo subendo le padrone di casa che si sono imposte facilmente lasciando le avversarie al palo.
La gara santagatese è iniziata nel secondo set, vinto con una certa facilità che faceva ben sperare nel ritorno alla vittoria o almeno alla conquista di punti per aumentarne il bottino.
La Marinagri si è imposta ai vantaggi nei due set conclusivi approfittando della mancanza d’esperienza delle giovani atlete che hanno dovuto affrontare tutta la seconda parte di stagione a causa degli infortuni, capitolo decisivo per il campionato; buone notizie riguardano Gloria Esposito e Grazia Marciano, che hanno ripreso l’attività, mentre la Aversa ne avrà per sessanta giorni a causa di un problema al tendine del polpaccio e la Amitrano fa i conti con una brutta distorsione.
Motivo d’orgoglio per la società costiera la finale provinciale raggiunta dalla giovanile U14 di mister Terminiello che oggi al PalaVesuvio di Via Argine a Napoli affronterà la Futura Volley dopo aver sconfitto in semifinale la Partenope con il punteggio complessivo di 6-1. La partita si giocherà alle 16.30 e potrà completare una stagione storica per la Gimel che continua a far crescere ottime atlete e ad arricchire la stagione sportiva peninsulare.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!