Gimel sconfitta in casa da Benevento

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Massalubrense – Non era certamente la partita ideale nella quale poter fare risultato la sfida tra la Gimel Sant’Agata contro l’Accademia Volley Benevento. Poco più di una formalità per le ospiti che hanno portato a casa la vittoria senza lasciare scampo alla Gimel, che, salvezza in cascina, deve solo aspettare la fine del campionato per poter pensare alla prossima stagione e al recupero dei numerosi infortuni che hanno trasformato una stagione da sogno in un incubo.
Gara senza storia con Benevento che ha velocemente archiviato la pratica vincendo i tre set con i seguenti punteggi: 8-25, 15-25 e 16-25.
Ruolino terribile per le ragazze di Aversa che hanno subito l’ottava sconfitta consecutiva in campionato; l’ultima vittoria risale al 18 febbraio quando le gimelline conquistarono una bella vittoria esterna contro la Trincar Villaricca. Poi due soli punti frutto dei quattro set vinti contro la D’Amico e Arzano. La squadra può comunque guardare con tranquillità alle ultime due giornate di campionato che vedranno la Gimel di scena prima a Portici contro la Marinagri e poi nella passerella finale in casa contro l’Albakyara Volley Cercola.
Si tratterà di due scontri diretti che le santagatesi dovranno affrontare per difendere il decimo posto in classifica. La Marinagri e Cercola si trovano infatti rispettivamente ad uno e a due punti di distanza dalle costiere e potrebbero indovinare il colpaccio vincendo la gara. Serve un moto d’orgoglio importante, che riesca a superare le innumerevoli difficoltà di una squadra falcidiata dagli infortuni che ha comunque raggiunto un risultato importante riuscendo a restare aggrappata alla serie C alla prima partecipazione.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!