Il punto di Guarracino sul Sant’Agnello

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Guarracino fa il punto in casa Sant'Agnello

Sant’Agnello – Una pausa lunga che servirà al Sant’Agnello per raccogliere le idee e racimolare tutte le forze necessarie allo sprint finale che potrebbe valere la salvezza, anche se attraverso i playout. La sconfitta contro la Marilius non ha demoralizzato la truppa di Guarracino che è consapevole di aver comunque compiuto un mezzo miracolo, considerata la situazione disperata in cui la squadra si trovava tre mesi fa, prima delle quattro vittorie consecutive che hanno risollevato le sorti della Fc.
«Dobbiamo cercare di tirare dentro le energie – dice il tecnico -, sono fiducioso perchè non siamo peggiorati, le pause possono anche far male ma noi la prendiamo nel modo positivo, ci stiamo allenando, ho recuperato Fiorentino e Gargiulo e sono quasi tutti disponibili».
I problemi maggiori per la squadra arrivano dal reparto avanzato, dove Iozzino ed Esposito non hanno permesso alla squadra il salto di qualità che il mister si aspettava: «Purtroppo davanti hanno capito di non aver dato il meglio – ammette Guarracino – e si sono un po’ demotivati e hanno mollato, credo di puntare su Fiorentino e schiererò Macarone più in avanti». Buone notizie anche dal talento Pescatore, ai box da lunghi mesi per un brutto infortunio: «Pescatore ha recuperato clinicamente ma è ancora un po’ timoroso e si sta allenando a parte – spiega l’allenatore – , manca ancora un mese e mezzo alla fine del campionato e si tratta di un calciatore che se è pronto butto dentro».
Il Sant’Agnello riprenderà confidenza con l’atmosfera del campionato contro la Neapolis a Mugnano, una squadra reduce dalla vittoria contro il Vico secondo in classifica, capace quindi di bloccare una serie positiva lunga 17 giornate. «Fino a sabato lavoreremo sulla brillantezza – conclude il coach santanellese – poi la settimana prossima cominceremo a preparare la partita per cercare il miracolo e giocare i playout in casa, altrimenti ce la giocheremo a Capri o Pimonte».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!