Fortitudo Promozione: la Sammaritana espugna la Tasso

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sconfitta nell'ultima casalinga per la Fortitudo

Sorrento – Ultima casalinga da dimenticare per la formazione di Promozione maschile della Fortitudo Sorrento che ha perso contro la Sammaritana con il risultato di 43-59.
Passivo pesante che è frutto di una prestazione a tratti scellerata in cui hanno contato moltissimo le motivazioni differenti per le due squadre: nulla da chiedere per i sorrentini, obiettivo playoff per gli ospiti.
Primo quarto equilibratissimo che difatti si chiude, dopo una bella prestazione per entrambe le formazioni, sul 17-19 con soli due punti di vantaggio degli ospiti. Dal secondo quarto la Sammaritana affonda il piede sull’acceleratore allungando subito sul 21-28. Non si contano gli errori in attacco per entrambe mentre il punteggio rimane invariato per lunghi minuti. La Fortitudo spreca moltissimo mentre gli ospiti sono imprecisi sui liberi e si va al riposo sul 25-32.
Il gap si allarga al ritorno in campo, + 9, e la Fortitudo sbaglia due liberi importanti e molti tiri da fuori gestendo male le azioni d’attacco.a -2.00 lo svantaggio sorrentino è ancora di -9 e rimane invariato sino alla sirena.
L’ultimo quarto viene aperto da una tripla ospite che praticamente chiude la gara, che la Fortitudo non riesce a riaprire mettendo dentro un solo canestro in quasi cinque minuti di gioco. Finisce 43-59 con la Fortitudo che saluta la Tasso per la stagione 2011-12 dopo un campionato di sperimentazione e di esperienza, come afferma il coach Marino: «Ci tenevamo a chiudere bene, ma la differenza l’ha fatta la diversa motivazione – ammette -, è stata una passerella finale anche se mi aspettavo un po’ di più. Abbiamo affrontato tante difficoltà e abbiamo fatto crescere tanti ragazzi, ne hanno giocato 29 in questo campionato,  bisogna partire da questo laboratorio agonistico per crescere».

Fortitudo Sorrento – Sammaritana Basket 43-59
Parziali: 17-19, 8-11, 10-12, 8-15
Fortitudo – Esposito 7, Peraino 6, Rossi 4, Esposito G. 12, Amendola 4, Tito 2, Vazza 2, Gargiulo 2, Parvolo 4, Spagnuolo, Cascella, Somma. Coach: Marino.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!