Ruotolo:”Sorrento il Lumezzane non molla mai”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Ruotolo non si fida:"Occhio Sorrento il Lumezzane non molla mai" (foto Penna)

Sorrento – Sarà uno dei tanti dentro o fuori del finale di stagione e l’avversario è da brividi: il Lumezzane.
I lombardi all’andata espugnarono l’Italia frutto di un match brillante, accorto e deciso come il loro timoniere Davide Nicola, compagno nel Genoa, dell’attuale condottiero del Sorrento Gennaro Ruotolo.
«Il loro mister non mollava mai e dava l’anima, quindi occhio al Lumezzane».
L’avvertimento è chiaro, guai ad abbassare la guardia ora che il Sorrento sembra aver messo alle spalle il momento negativo, le polemiche e la crisi.
«Sarò ripetitivo, ma il nostro destino è nelle nostre mani – commenta Ruotolo -. Se giochiamo come sappiamo da Sorrento con le nostre certezze possiamo spuntarla. La vittoria ha riportato entusiasmo, sorrisi e fiducia, quindi è giunto il momento di andare avanti e ritrovare continuità. Ci siamo allenati al meglio, con intensità, consapevoli di dover dare tutto».

Con i difensori contati Ruotolo è costretto a scegliere tra Croce e Bondi sulla sinistra

Attenuanti ne avrebbe la squadra rossonera:difesa in emergenza e un arbitro, Borriello di Mantova, che non porta alla mente buoni  ricordi.
« E’ vero, abbiamo delle difficoltà, ma bisogna evitare di piangerci addosso – risponde il tecnico -. In difesa, sulla sinistra, sto provando Croce e Bondi che hanno dato la disponibilità a fare i terzini per una domenica. Vedremo. Comunque niente alibi né scuse. Questi discorsi non li dobbiamo fare. Il caso ha voluto che venisse designato Borriello. Nessun problema. Spero che la squadra resti tranquilla».
L’emergenza c’è ed è lampante. Aggregati al gruppo, che partirà domani per Lumezzane, ci sono i giovani Breglia e Catapano, mentre Di Nunzio, Nocentini, Sabato e Bonomi resteranno in Costiera per squalifica. I rossoblu sembrano avere una classifica tranquilla, ma l’allenatore di santa Maria a Vico non si fida.
« Lumezzane già salvo? Non sarà una passeggiata. Nicola, in campo, era un gladiatore e sicuramente non troveremo dinanzi una squadra molle. Tutt’altro. È un osso duro, ci darà filo da torcere e andrà in campo con tanta voglia di lottare».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!