U16M: Apd in finale, Folgore terza

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

I ragazzi dell'Apd e della Folgore insieme dopo la prima semifinale

Massalubrense – Archiviata nel migliore dei modi la semifinale del campionato di pallavolo maschile under 16; il derby di ritorno tra Apd Carotenuto e Folgore ha premiato, dopo il netto 3-0 dell’andata, i santanellesi che confermano il punteggio ma regala una grande soddisfazione alla Folgore che si piazza al terzo posto del campionato approfittando del ritiro della quarta semifinalista, Nola, che ha rinunciato a giocare il ritorno con la prossima avversaria dell’Apd, la Agca Colli Aminei.
Per quanto riguarda la gara, la Folgore ha gettato il cuore oltre l’ostacolo nel primo set riuscendo ad avvicinarsi alla Apd rispetto ai parziali della gara d’andata: i ragazzi di mister Gargiulo hanno patito qualche difficoltà dovuta alle dimensioni del campo di gioco della Pulcarelli, molto ridotte rispetto alla tensostruttura santanellese, e hanno chiuso il parziale con una vittoria non nettissima di 18-25. Secondo e terzo set sono scivolati via senza affanni per la Apd che ha preso confidenza con il campo puntando molto sulla forza fisica e sui micidiali colpi del talento ercolanese Quarantelli.
La finale, che si giocherà in campo neutro ad aprile, vedrà scontrarsi dunque la Apd e i Colli Aminei vincitori per 2-3 a Nola nella semifinale d’andata prima della decisione avversaria di concludere il campionato prematuramente. Mister Gargiulo si gode il momento; «Era importante confermarsi, si tratta sempre di una semifinale e il risultato non era deciso, all’inizio siamo stati fallosi e abbiamo subito un break negativo, poi abbiamo registrato la squadra e abbassato la percentuale di sbagli. La squadra si è comportata in modo ottimo, ora pensiamo alla finale con i Colli Aminei».
La Folgore esce a testa alta dal campo dopo un primo set giocato con il cuore e apprende di aver raggiunto il terzo posto in campionato, il terzo in tre anni per mister Giacobelli che commenta: «Abbiamo migliorato nel gioco, per noi è stata una bella esperienza, abbiamo fatto passi in avanti grazie anche al campo di casa e al pubblico. Ora ci concentriamo sul lavoro in palestra, bisogna lavorare tanto, c’è tanta soddisfazione perchè la nostra squadra è composta da talenti nostrani, c’è il rammarico di aver incontrato proprio l’Apd in semifinale, l’unica squadra contro cui abbiamo perso e a cui auguro davvero ogni bene». L’immagine della gara, che premia soprattutto lo sport peninsulare, è la foto scattata da entrambe le squadre in occasione della gara d’andata. Due squadre nostrane tra le prime tre classificate del campionato under 16, un altro avvertimento che per questi ragazzi, e per tutto lo sport costiero bisogna fare di più.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!