Crisi Gimel, quinta sconfitta consecutiva

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

La Gimel deve superare il periodo di difficoltà

Massalubrense – Niente da fare per la Gimel Sant’Agata che soffre la quinta sconfitta consecutiva contro la Tramontina Volley Cava. Una sconfitta pesante perchè arriva proprio prima della sfida casalinga alla Fiamma Torrese, la seconda forza del campionato, che verrà sicuramente a fare la voce grossa alla Pulcarelli la prossima settimana.
Non gira niente bene alla formazione santagatese che ormai dall’inizio del campionato deve fare i conti con assenze importanti che hanno snaturato l’impostazione della squadra che ora deve fare affidamento soprattutto a quanto fatto nella prima positiva parte di campionato per raggiungere tranquillamente la salvezza alla prima apparizione in C.
I numeri parlano chiaro: cinque le vittorie nel girone d’andata per la squara di mister Aversa, mentre gli allori nel girone di ritorno sono per adesso soltanto due, compresa la grande prestazione contro la Trincar Villaricca in trasferta: con Paestum e Tramontina Cava non è riuscita invece l’impresa dell’andata. Proprio con la squadra cavese la Gimel sabato ha giocato solo il terzo ed il quarto parziale, perdendo i primi due set con i punteggi di 25-12 e 25-15. Il terzo set, vinto per 12-25, ha fatto sperare nell’impresa o almeno in un buon punto ma nel quarto tempo la squadra si è fermata a 21 con le padrone di casa che hanno chiuso la pratica sul 3-1.
Nelle ultime cinque di campionato sarà un’impresa battere le corazzate Fiamma Torrese e Benevento, ma bisogna far risultato contro Arzano, Cercola e Portici, tutte squadre tenute finora alla debita distanza in classifica. L’impresa è vicina, soprattutto contro la sfortuna e le assenze.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!