Apd fine della corsa play-off

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Marcianise – A meno di improbabili colpi di scena la Apd Carotenuto saluta il sogno play-off. Fatale alla compagine santanellese la trasferta contro la Pallavolo Marcianise, terza forza del campionato, che si impone per 3-0.
Un match che di per se era già ostico, ma addomesticato bene nel corso del primo set dalla squadra costiera. I bianco blu della coppia Gargiulo-Cafiero ci credono e vogliono giocarsi le proprie chance per gli spareggi. La partenza è buona. Conquistato il un break di vantaggio di quattro punti, la Apd dimostra che di pane duro bisognerà mangiarne ancora tanto.
18-22 in favore dei peninsulari, manca fluidità nel cambio palla, Marcianise registra il muro, batte meglio, rimonta e vince ai vantaggi.
Psicologicamente la mazzata è durissima per i ragazzi del presidente Carotenuto che faticano a riprendersi, ma tengono botta almeno sino a quota dieci del secondo set, poi si spegne la luce, si affievolisce la fiammella della speranza, i padroni di casa mettono la sesta e si portano in vantaggio 2-0 nel computo totale dei parziali.
La gioventù è un bene e un male come dimostra il terzo e decisivo set. Marcianise conduce di tre punti (19-16), un attacco del team ospite e toccato a muro, l’arbitro non vede clamorosamente il pallone che picchia sul blocco del Marcianise e dà punto ai padroni di casa.
Infuria la protesta dei bianco blu che provano a far luce sull’accaduto, il direttore di gara è irremovibile e aggiunge anche un giallo ad Amitrano, si passa dal possibile 19-17, al 21-16.
La testa è andata già sottola doccia, l’amaro in bocca è tanto, ma non riuscire a sfruttare le occasioni che si hanno deve spingere tutti a un bell’esame di coscienza.

Pallavolo Marcianise – Apd Carotenuto 3-0

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!