Il Massa va in bianco

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Non basta al Massa un intraprendente Ciro Porzio

Massa Lubrense – Non doveva fallire, ma non riesce a vincere il Massa Lubrense di Palmieri che si trova con un piede e mezzo nei play-out.
Partita bloccata, chiusa con i padroni di casa che hanno provato a vincerla sino alla fine e che gli avversari hanno controllato con ordine.
Gli eclanesi badano al sodo, un punto e zona salvezza sempre a portata di mano.
Partenza lanciata per i nero azzurri con Cuomo che sfrutta l’assist di De Stefano, ma Munao e Sanseverino sbrogliano la matassa mettendo la sfera in angolo.
E’ chiaro il leit-motiv della contesa, Massa arrembante, Eclanese che punta sul contropiede. Il forcing degli uomini del presidente De Gregorio, però, non sortisce effetti, la difesa beneventana fa buona guardia e il parziale non si sblocca.
La seconda emozione della sfida la offre Ciro Porzio. Il treqauartista si accentra e calcia in diagonale, la palla ben indirizzata colpisce il palo è torna in campo.
Palmieri scuote i suoi negli spogliatoi, cambia subito, dentro Schettino, fuori Siniscalchi,ma la musica non cambia.
Gara imbalsamata, emozioni assenti e tensione che cresce nella testa dei padroni di casa. Lo spettro dei play-out aumenta con il trascorrere del tempo.
I massesi non trovano spazi, l’Eclanese si limita a difendere e non riparte mai.
La sterilità offensiva del Massa è lampante senza Marino manca forza fisica e vivacità. Aiello le tenta tutte, ma esce stremato. Gli ingressi di Veniero e Iovino cambiano poco l’andamento del match.
In chiusura Porzio è steso in area, per Cardone, però, è simulazione e giallo per il fantasista nero azzurro. Il recupero è solo un lento trascinarsi verso bianco nel tabellino alla voce marcatori.

Massa Lubrense – Mirabella Eclano 0-0
Massa Lubrense: Stinga, Siniscalchi (1’st Schettino), D’Esposito, Cuomo, Capasso, Autiero, De Stefano, Vinaccia (33’st Veniero), Aiello (24’st Iovino), Porzio, Celentano. A disposizione: Fiorentino, Zapparella, Marcia, Cappiello.
Allenatore: Palmieri
Mirabella Eclano: Munao, Zaccaria, Sanseverino (30’pt Penta), Sarrubbo, Villacaro, Mustone, Aprea, Sansone, Maggio, Carnicelli (22’st Scippa), Lancellotti. A disposizione: Della Rocca, Cagnale, Scaringi, Sirignano, De Simone.
Allenatore: Astarita
Arbitro: Cardone di Agropoli
Note: Spettatori 100 circa. Ammoniti: D’Esposito, Porzio, Autiero, Maggio, Carnicelli.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!