Ginestra batte due colpi, il Sorrento intasca tre punti

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

E' Ginestra dipendente il Sorrento che stende il Viareggio con due reti del Cobra (Foto Pollio)

Sorrento – Si riscopre Ginestra dipendente il Sorrento di Gennaro Ruotolo che stende il Viareggio grazie alla doppietta del Cobra. Un goal per tempo e tre punti in tasca, ma quanta sofferenza per i rossoneri, specialmente, nel primo tempo.
I versigliesi si lasciano preferire nei 45 minuti iniziali, ma al termine di un tempo in cui sono stati padroni del gioco si trovano sotto per 1-0.
I costieri sfruttano al meglio l’errore di Fiale che, in avvio, stende Croce in area. Rigore per il Sorrento che Ginestra trasforma.
Il vantaggio scuote le zebre toscane che spingono e mettono alle corde un team, quello peninsulare, a cui la testa blocca le gambe. Squadra lunga con Ginestra e Carlini preda dei tre centrali di Cuoghi.
Zaza si batte tanto, ma il costrutto è poco. Dei Giudici considera involontario un tocco di mano di Vanin in area, i bianco neri non demordono,  gestiscono i ritmi dell’incontro e costringono il Sorrento a girare a vuoto.
Rossi si sporca i guanti una volta sull conclusione di Zaza, poi Terra sbroglia in area, ma i toscani dimostrano la grinta e la voglia di chi vuole raggiungere la salvezza e intascare quanti più punti possibili all’Italia.
Il tiro della scossa è una punizione di Sabato da distanza siderale, ma Gazzoli si disimpegna bene, poi è il tempo del riposo.
Il Viareggio si specchia negli spogliatoi, si distrae subito e becca il secondo goal di Ginestra. Carlini si veste da assist man e cerca l’ex Gallipoli in profondità, controllo e destro sul palo lungo. 2-0 e pratica archiviata.
I versigliesi accusano il colpo, si aprono e Croce potrebbe approfittarne, ma l’imprecisione ai sedici metri viareggini è troppa e il punteggio non si dilata.
Il Viareggio è alle corde, perde distanze e decisione, i rossoneri amministrano e quando possono vanno in contropiede.
Tre punti e una boccata d’ossigeno per il Sorrento che si scrolla di dosso il peso del momento no e andrà a Lumezzane con una convinzione differente.

Sorrento – Viareggio 2-0

Sorrento 4-4-1-1: Rossi, Vanin, Terra, Sabato, Bonomi, Basso (42’st Romeo), Camillucci, Zanetti, Croce, Carlini (32’st Corsetti), Ginestra (26’st Scappini). A disposizione: Chiodini, Beati, Bondi, Maritato.
Allenatore: Ruotolo
Viareggio 3-5-2: Gazzoli, Fiale (12’st Lepri), Conson, Sorbo, Pellegrini (34’st Martella), Pizza, Berardocco (16’st Scardina), Cristiani, Carnesalini, Zaza, Cesarini. A disposizione: Merlano, Monopoli, Tarantino, Maltese.
Allenatore: Cuoghi
Arbitro: sig. Dei Giudici di latina
Marcatori: 5’pt rig. 1’st Ginestra (S)
Note: spettatori 500 circa. Ammoniti: Sabato, Terra, Carnesalini, Zaza, sorbo. Espulso: Cuoghi al minuto 22’st.  Angoli: 3-4. Recupero: 1’pt, 4’st.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!