Valerio Moccia trionfa nella seconda gara di Freedom Cup

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Il podio della seconda gara di Freedom Cup vinta da Valerio Moccia

Marigliano – Valerio Moccia, il campione carottese di automodellismo, è finalmente tornato alla vittoria dopo un periodo di astinenza caratterizzato dalla sfortuna. Nella seconda gara di Freedom Cup Moccia ha conquistato la vittoria finale contro piloti esperti e veloci dopo aver recuperato tre posizioni considerato il quarto posto guadagnato in qualifica.
Nella sessione infatti è stato Andrea Pirani, pilota della categoria Expert, quella superiore alla F1 di Moccia, con una grande esperienza in ambito mondiale ed europeo e guest star della manifestazione, a far segnare il tempo più veloce.
In gara le cose sono andate diversamente; Valerio ha provato una modifica all’auto e ha cambiato l’assetto che non gli avrebbe permesso di lottare per le prime posizioni approfittando di una sospensione tecnica per provare la nuova impostazione e capire il comportamento di un modello, della casa tedesca Shepherd e che utilizza motori Gimar, che sembra un giocattolo ma raggiunge i 130 km orari e rappresenta un gioiello della tecnologia.
Subito Pirani è scattato in testa ma Moccia ha raggiunto il secondo posto iniziando a lottare con il forte avversario, superandolo sul cordolo e dando vita a cinque minuti di bagarre forsennata. Pirani ha sofferto un problema al cambio gomme e Moccia ha dovuto vedersela con D’Alterio con il quale ha lottato per dieci dei trenta minuti di gara. L’avversario ha spinto troppo finendo sull’erba e lasciando campo libero a Valerio che ha amministrato e vinto con due giri di vantaggio su D’Alterio mentre De Pompeiis si è piazzato terzo. Soddisfazione in casa Moccia per la vittoria che cancella qualche mese di sofferenza in pista e che proietta Valerio verso la prima gara del campionato italiano, prevista in aprile: serve il bis per puntare al tricolore.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!