La Fortitudo batte il Collana: agganciato il primo posto

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Fortitudo vincente in una grande partita contro il Collana A

Sorrento – La Fortitudo under 19 maschile ha vinto la partita delle partite con la prima classificata, la formazione A del Collana. Lo scontro diretto più importante del campionato si è rivelato spettacolare, con le squadre a lottare punto su punto, la Fortitudo l’ha spuntata infiocchettando un regalo graditissimo alla presidente Stinga nel giorno dell’onomastico.
La gara era partita benissimo per i verdi di Marino che si portano in avanti addirittura di 11 punti nel primo quarto mentre il Collana, impreciso sui liberi, è riuscito solo a limare di 2 punti il gap chiudendo il parziale sul 22-13.
Il pubblico delle grandi occasioni pregusta la vittoria importante, ma gli ospiti nel secondo quarto rialgono pian piano approfittando di una difesa costiera in crisi che regala addirittura quattro giochi da tre al Collana, dilapidando il patrimonio guadagnato nel primo parziale. Il pareggio ospite arriva a -4.16 dalla sirena con il conseguente vantaggio. I minuti finali del parziale regalano un emozionante testa a testa che si conclude con il vantaggio Fortitudo proprio sulla sirena. Il Collana scappa nel terzo quarto facendo segnare un vantaggio di +6 che preoccupano il pubblico della Tasso ma che viene subito colmato. Una tripla entusiasmante di Mastellone chiude il quarto sul 50-50. Partita stupenda.
Il tempo decisivo è carico di tensione: il Collana perde due uomini importanti per limite di falli e nei primi minuti la Fortitudo ne approfitta piazzando un parziale di 5-0 che non basta a fiaccare gli ospiti che danno vita ad un finale al cardiopalma: i padroni di casa riescono a chiudere le ostilità sul 69-64 senza troppi rischi e si prendono il primo posto in compartecipazione con la corazzata Collana che torna a casa a mani vuote.
Marino soddisfatto al termine della gara: «Loro giocano il miglior basket del campionato – ammette -, è stata una partita godibile nella quale gli errori in più hanno fatto la differenza. Sono contento per i ragazzi e per la società, queste partita sono riscontri positivi che danno la voglia di fare di più». Un altro risultato ottimo per la Fortitudo che porta un’altra squadra ai primi posti delle rispettive classifiche: «E’ una soddisfazione per me – conclude -, è la terza finale regionale che raggiungiamo in tre anni, è un gruppo che merita, sono ragazzi che lavorano. Ora aspettiamo la partita dell’under 13 che si giocherà il primo posto contro Torre».

Fortitudo Sorrento – Collana A 69-64
Parziali: 22-13, 16-23, 12-14, 19-14
Fortitudo – Esposito 15, Peraino 19, Cangiano 2, Gargiulo 2, Somma 12, Mastellone 6, Gargiulo 4, Giordano 2, Saladino 2, Di Maio, Mauro. Coach: Marino.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!