Gimel sconfitta in casa: D’Amico si impone 2-3

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Massalubrense – La Gimel non riesce ad uscir fuori dal momento negativo che ha visto la squadra di Aversa collezionare quattro sconfitte nelle ultime cinque gare. La partita giocata con la D’Amico, ottava in classifica con 27 punti, poteva rappresentare la svolta ma l’onda biancoblu è riuscita a raccogliere soltanto un punto utile per tenere a distanza la Marinagri Portici.
Mister Aversa commenta la gara con un po’ di delusione: «Abbiamo perso 2-3 – spiega l’allenatore – dopo il solito saliscendi in partita, peccato per il secondo set quando sul 21-21 l’arbitro ha commesso un errore chiamandoci fuori una palla che era dentro». Dopo l’errore arbitrale Aversa ha rimediato anche un giallo che ha tolto un punto alla Gimel che è riuscita però a rifarsi nel terzo set vincendo in scioltezza.
Il quarto parziale ha mostrato invece un crollo psicofisico della squadra santagatese che non è riuscita più a tener testa alle avversarie pur modeste. Alla luce del risultato, il bicchiere gimellino è mezzo vuoto: «Sono due punti persi – commenta il tecnico – loro non hanno fatto nulla di eccezionale ma noi non abbiamo dato quel poco che serviva. Ci è andata male».
Prossima sfida in trasferta con la Tramontina di Cava dei Tirreni: «Anche a Cava sarà una partita alla nostra portata – conclude Aversa – il nostro problema è giocarcela, ci viene difficile esprimere il nostro gioco». In classifica la squadra costiera rimane al decimo posto con 23 punti: bisognerà dare tutto nella prossima sfida esterna considerato che poi nella settimana seguente sarà ospite della Pulcarelli la Fiamma Torrese che si gioca il campionato con Benevento.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!