Porzio:”Massa palla a terra e pedalare”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Il talentuoso numero sette del Massa Lubrense: Ciro Porzio

Massa Lubrense – Ieri, Ciro Porzio ha festeggiato il suo compleanno, venticinque candeline, esperienza tanta che potrà essere utile al Massa Lubrense nella corsa salvezza in questa avventura nel girone B di Eccellenza campana. La strada è sempre più in salita dopo il pareggio contro il Calpazio e la Palmese che attende al varco i nero azzurri nel prossimo turno di campionato.
«Peccato contro il Calpazio non siamo riusciti a capitalizzare quel che abbiamo creato con tanta difficoltà – dichiara il trequartista massese -. Erano molto chiusi e siamo stati poco mobili e lenti e non siamo riusciti a scardinare la loro retroguardia».
I recuperi portano, comunque, buone nuove per il sodalizio del presidente De Gregorio. Infatti, né Atripalda, né Eclanese sono riuscite a vincere, ma hanno ottenuto solo un pari nei rispettivi impegni. La X ormai è una mezza sconfitta in determinate occasioni e la classifica resta invariata.
«Un pizzico di fortuna ci voleva – se la ride Porzio -. Noi dobbiamo scrollarci di dosso la paura di vincere con la quale non si va da nessuna parte. Ci aspettano cinque finali dalle quali trarre sempre il miglior bottino possibile».
La Palmese di mister Monaco è in una fase critica reduce da un pareggio e una sconfitta. La strada sembra averla tracciata il Faiano che è uscito indenne dal Comunale di Palma Campania, ma per il furetto della società costiera bisognerà stare attenti e giocare sempre la palla.
«Il periodo non è troppo felice per loro, ma neppure per noi – conclude il numero sette nero azzurro -. Siamo come sempre in emergenza e faremo di necessità virtù. Se riuscissimo a giocare palla a terra e stare belli chiusi, abbiamo delle opportunità per fare un risultato positivo. La pressione maggiore l’avranno loro con una piazza calda che vuole vincere».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!