La Polisportiva chiude con il botto: Napoli sconfitta

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Gran finale per la Polisportiva

Sorrento – Era una partita che valeva un intero campionato per la Polisportiva Under 19 femminile, che non ha fallito. Dopo una partita spettacolare la squadra di Falbo ha battuto nello scontro diretto per il quarto posto la Napoli Basket Women terminando il campionato con una grande soddisfazione.
Primo quarto difficile per le costiere subito sotto di 4: ospiti più presenti sotto canestro e pronte sui rimbalzi. A -2.35 lo svantaggio è di 6 punti. Il quarto termina con la De Lizza che cede definitivamente al dolore alla caviglia e lascia il campo in lacrime.
Napoli va a +12 nel secondo quarto approfittando dell’imprecisione della Polisportiva sotto canestro. La Cacace la tiene a galla grazie a zero errori sui liberi. Una tripla della Laurentaci e un gran finale della Negri, ottima prestazione la sua, rimettono in sesto la situazione riportando il punteggio sul 26-28. Dopo l’intervallo Napoli prova a scappare ancora ma un’altra tripla della Laurentaci e la Cacace firmano il pari ed il sorpasso definitivo della Polisportiva: non basta una tripla ospite, si chiude sul 40-39.
L’ultimo quarto è carico di tensione in campo: per due minuti la situazione non si sblocca, poi Napoli fallisce i liberi del sorpasso con la Ferretti. Ne approfitta la Cacace che apre le danze, 42-39. L’arbitro fischia un discutibile tecnico alla Serratore e le sorrentine si innervosiscono ma riescono a trasformare la tensione in carica giocando due minuti irresistibili, arrivando anche al più 9 con una tripla della De Lizza rientrate stoicamente in campo e sul + 11 con la Laurentaci. Napoli risale e rischia il pareggio negli ultimi secondi di gioco, caratterizzate dal  raggiunto limite di falli per entrambe le squadre e da una tripla velenosissima della Ferretti che si infrange sul ferro e regala il quarto posto e l’ultima gioia, la più bella, alle ragazze di Falbo.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!