San Giovanni Battista guarito dal mal di trasferta: 1 – 4 alla Juventus Boscoreale

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Il San Giovanni Battista si impone con un perentorio 1-4 al Vittorio Pozzo contro i padroni di casa della Juve Boscoreale . I rossoblu di mister Nardo scendono in campo consapevoli del loro compito e ben determinati, conquistando meritatamente la prima vittoria in trasferta. In venti minuti i ragazzi di Massaquano chiudono il match con una micidiale tripla che stronca le velleità dei juventini. Già al 5° Inserra porta in vantaggio la propria squadra, concretizzando una bella azione. Al 10° è l’altro acquisto di gennaio, Ricciardi, che confermando l’ottimo periodo di forma e il vizietto del gol, devia di testa in rete, un cross al bacio calciato da Caccioppoli. Al 20° è Macrì che trasforma magistralmente un penalty assegnato dall’arbitro Bacco per un netto fallo ancora su Caccioppoli, costretto a lasciare il campo per infortunio. La prima frazione scivola senza particolari pericoli per la porta difesa da D’Urso,

Cosimo Di Paola , playmaker del San Giovanni Battista

che comunque si fa trovare, all’occorrenza prontissimo. Nel secondo tempo, la musica non cambia, con la squadra locale che appare incapace di prendere in pugno le redini del gioco, per tentare il difficilissimo recupero. Intanto è ancora la formazione costiera a rendersi pericolosa dalle parti di Confezione, che più di una volta evita la capitolazione. Al 75° è ancora il direttore di gara ad evidenziarsi, fischiando un fallo “di confusione” in area. La massima punizione calciata da Di Martino, viene neutralizzata da superNik D’Urso (quinto rigore parato): tuttavia è lo stesso numero 4 locale a ribadire in rete. Ma le speranze di una miracolosa rimonta, vengono spente appena cinque minuti dopo da De Rosa, che devia facilmente nel sacco, dalla corta distanza, su un’azione costruita da Peppe

Antonio Carrano - DS del SGB

Esposito. La partita inesorabilmente si spegne fino a raggiungere il triplice fischio del direttore di gara.

Il DS Antonio Carrano non nasconde la propria soddisfazione per l’ottima prova dei suoi: “Abbiamo fatto ciò che dovevamo. Era una partita da vincere e grazie alla sagacia di Francesco Nardo, ma sopratutto allo straordinario impegno dei ragazzi, abbiamo incamerato tre importantissimi punti, utilissimi per tenere a debita distanza la zona playout. Tra i migliori ho visto Cosimo Di Paola, un giovanissimo proveniente dalla Juniores che considero sempre più maturo e consapevole dei propri mezzi. Ma comunque tutta la squadra ha espresso un’ottima prestazione”

Juventus Boscoreale – San Giovanni Battista   1-4

JUVENTUS BOSCOREALE: Confezione, Saglioccio, Mainardi, Di Martino, Pesacane, Matrone, Izzo, Pescina, Diglio, falanga, Immobile – a disp: Fiore, Acanfora, Di MartinoII – allenatore R. Iseo
SAN GIOVANNI BATTISTA: D’Urso, Del Gaudio, Macrì, Ricciardi (46 Coppola) , Starace, Guida, Piccolo, Di Paola, Caccioppoli (20 Gargiulo), Esposito,  Inserra (65 De Rosa) – a disp: De Simone, Lombardi, Abbruzzese,  Curto – allenatore F. Nardo

ARBITRO: Bacco da Battipaglia
RETI: 5° Inserra,  10° Ricciardi,  20° Macrì, 80° De Rosa (SGB), 75° Di Martino (JB)

®riproduzione riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!