Il bradipo Sorrento pareggia con la Spal

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Ritorno al goal per Stefano Scappini (foto Penna)

Sorrento – Una squadra rossonera abulica, senza ritmo e arruffona pareggia 1-1 contro una Spal precisa, quadrata e cinica. Si inizia sulle note di Caruso si finisce tra i fischi dei pochi tifosi giunti all’Italia.
Si ci aspettava una risposta da parte del Sorrento contro la compagine estense ne esce fuori un punto per parte che fa contenti gli uomini di Stefano Vecchi e fa masticare amaro Ginestra e compagni.
L’emergenza in casa costiera si completa in mattinata perché anche Zanetti è out a causa dell’influenza e Ruotolo si trova costretto a schierare un’inedita cerniera centrale composta dagli insufficienti Beati e Niang.
Il Sorrento balbetta a centrocampo, la profondità latita e il Cobra è stretto tra Zamboni e  Beduschi e la vede poco di testa. Dopo il brivido fatto correre da Arma in avvio, Croce trova il varco giusta di testa, ma la sfera termina di un soffio sul fondo.
La dipendenza dalle reti di Ginestra è confermata dal clamoroso errore di Carlini, che lascia negli spogliatoi il killer instict, calciando alto la palla goal più nitida dell’intera prima frazione.
Migliorini gestisce bene i ritmi dell’incontro e nella ripresa chiama subito Generoso Rossi all’intervento. I costieri non cambiano registro, la lentezza la fa da padrona e i varchi sono chiusi.
La svolta arriva con l’ingresso in campo di Scappini che cerca di pungere e trova l’uno a zero sottomisura sfruttando l’assist di Ginestra.  Gara chiusa? Macché. I rossoneri dimostrano che non sanno gestire il vantaggio e per l’ottava volta sono recuperati in stagione. Palla lunga di Zamboni, Arma controlla e fredda il pipelet di casa sul primo palo.
Sembra punto sul vivo il Sorrento che riesce a riportarsi in vantaggio, ma per Tedeschi Scappini è in fuori gioco e Roca annulla.
L’arrembaggio finale non sfocia nel il bottino giusto e la posta in palio, oggi all’Italia, si divide tra le contendenti.

Sorrento(4-4-1-1): Rossi, Vanin, Terra, Nocentini, Bonomi, Croce, Beati (23’st Bondi), Niang, Basso (46’st Corsetti), Carlini (17’st Scappini), Ginestra. A disposizione: Chiodini, Sabato, Corsetti, Maritato, De Giambattista.
Allenatore: Rutotolo
Spal (4-1-4-1): Capecchi, Cosner, Zamboni, Beduschi, Rossi G, Migliorini, Fortunato (20’st Ghiringhelli), Bedin (29’st Marconi), Castiglia, Rossi P (40’st Taraschi), Arma. A disposizione: Costantino, Vecchi, Canzian, Piras.
Allenatore: Vecchi
Arbitro: sig. Roca di Foggia
Marcatori: 26’st Scappini (So), 31’st Arma (Sp)
Note: spettatori 600 circa. Ammoniti: Bedin, Ginestra, Castiglia, Vanin. Angoli: 4-2 per . Recupero: 2’pt, 4’st

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



2 thoughts on “Il bradipo Sorrento pareggia con la Spal

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!