Pareggio in rimonta per il Real Massa

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Nino De Gregorio autore della rete che ha riaperto la partita

Massa Lubrense – Non va oltre il pareggio il Real Massa contro la Virtus Sant’Antonio Abate. Al termine dei 90 minuti di gioco il risultato è un pirotecnico 2-2.
Agli ospiti bastano venti minuti di gioco per schiaffeggiare i costieri. Gli abatesi si portano avanti di due reti grazie a una condotta di gioco molto attenta pronta a colpire i rossoneri di Daniele Cacace.
Lo svantaggio sveglia i padroni di casa che lentamente migliorano la qualità del proprio gioco costringendo i giallo rossi a indietreggiare e difendere il parziale conquistato.
In chiusura di prima frazione Nino de Gregorio trova il varco giusto tra le fila serrate degli ospiti e accorcia le distanze permettendo ai compagini di poter usufruire di 45 minuti per impattare.
Le cose per i massesi si mettono bene in avvio di ripresa. Basile, tra i migliori con Giuseppe Cioffi, riequilibra le sorti della contesa.
Il Real Massa ci crede e attacca, ma la Virtus non è come un pugile suonato, alza un muro invalicabile per gli avanti costieri e riesce a strappare un pareggio che vale oro.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!