Gimel sconfitta 3-0 a Paestum

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sconfitta esterna per la Gimel

Paestum – Seconda sconfitta consecutiva per la Gimel Sant’Agata contro la Volley Paestum in trasferta in uno scontro diretto che ha permesso alle padrone di casa di superare in classifica la squadra di mister Aversa, in piena emergenza formazione tra assenza ed infortuni.
Oltre alle defezioni non è sembrata convincente la prova delle santagatesi apparse troppo indecise soprattutto in ricezione in una partita che alla luce del 3-0 dell’andata sembrava potesse avere un risultato diverso.
Il commento del mister non è ovviamente dei più felici dopo questa sconfitta: «Abbiamo perso nettamente – commenta il tecnico -, partita affrontata male anche se sarebbe bastato poco per fare di più. Il problema maggiore lo abbiamo avuto in ricezione, abbiamo giocato con quella a due e non è stato facile per le ragazze adattarsi al tipo di gioco». Formazione rivoluzionata con un esordio assoluto in C: «Abbiamo schierato un ulteriore riserva che non si è comportata male considerando che è stata la prima esperienza in serie C – continua Aversa -, purtroppo gli errori in ricezione hanno addossato troppa pressione negli altri reparti». La prossima gara, ancora in trasferta, vedrà le ragazze della Gimel impegnate contro il Vulcano Buono Nola, quinta in classifica con 37 punti. «Loro stanno meglio di noi in classifica – conclude Aversa -, noi dobbiamo giocare mettendoci qualcosa di nostro e non passive e incapaci di reagire, ci siamo preoccupate solo di un fattore lasciando perdere il resto».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!