San Giovanni Battista ferma San Giuseppe

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Al Massaquano si affrontano SGB e San Giuseppe, dando vita ad una bella partita, giocata senza particolari tatticismi, al termine della quale le squadre si dividono la posta in palio.
Fin dalle prime battute le formazioni si affrontano a viso aperto, dando vita a rapidi capovolgimenti di fronte, ma le difese sono ben attente. In particolare è Nik D’Urso , in stato di grazia, che nega più volte la segnatura agli attaccanti ospiti, mentre il SGB può recriminare per un fallo in area su Di Paola, forse meritevole della massima punizione. Lo score si sblocca  proprio allo scadere della frazione, quando Massa si libera sull’out sinistro, imbeccando con una precisa palombella Miranda, che lesto, di testa devia in rete.
Nel secondo tempo la reazione dei rossoblu non si fa attendere: al 57 su calcio d’angolo Ricciardi corregge in rete. Passa qualche minuto quando a centrocampo si accende un mezzo parapiglia che dura più di qualche minuto. Ne fa le spese Di Palma, che interveniva per sedare gli animi, frainteso dall’arbitro, veniva sorprendentemente espulso, mentre i veri fautori della gazzarra la fanno incredibilmente franca. Il SGB pur in inferiorità numerica non si faceva intimorire e poco dopo , al 67 passava in vantaggio con un penalty assegnato per un netto fallo ai danni di Peppe Esposito e trasformato da Abbruzzese. Il momentaneo vantaggio della squadra di casa, durava pochissimo:  nella successiva azione d’attacco il San Giuseppe pesca il classico jolly con Carbone, che dal limite sinistro, al volo , deposita la sfera nell’incrocio dei pali. La parte finale della partita vede gli ospiti cercare i tre punti, mentre il SGB si difende con ordine  e si rende pericoloso in azioni di contropiede. Al 95 giunge il triplice fischio di Artefice, che sancisce definitivamente il 2-2.
Alla fine dell’incontro, Ricciardi, autore di una prova maiuscola in difesa , oltre alla rete siglata, analizza la partita: Avevamo di fronte una delle migliori squadre del girone, e abbiamo giocato una partita praticamente alla pari. La mia prova è sicuramente da imputare innanzitutto alla squadra e al mister, il merito di questo buon risultato è di tutti. 

San Giovanni Battista – San Giuseppe    2 -2
SAN GIOVANNI BATTISTA: D’Urso, Starace (74 Guida), Ricciardi, Del Gaudio,Di Palma, Caccioppoli (53 Parlato), Macri, Di Paola, Aprea (51 Abbruzzese), Piccolo,Esposito – a disp: De Simone, Gargiulo, De Rosa, Inserra – Allenatore F. Nardo

S. GIUSEPPE: Giugliano, Rea, Casillo (66 Casillo II), Annunziata, Librone, Massa (60 Cagianiello), Raiola, Palma, Miranda Prisco (51 Carbone), Mazzariello – a disp:  Ranieri, Sorrentino, Menzione, Miranda II – Allenatore F Prisco

ARBITRO: Artefice di Frattamaggiore
RETI: 45 Miranda 69 Carbone (SG), 57 Ricciardi, 67 Abbruzzese (SGB)
AMMONITI: Di Palma, Esposito, Del Gaudio (SGB) – Miranda , Massa (SG)
ESPULSI: Di Palma  (SGB)

®riproduzione riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!