Massa sconfitta pesantissima ad Atripalda

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Atripalda – Era una partita da non perdere che il Massa fallisce complice il nervosismo dettato dall’elevata posta in palio. I costieri affrontano il team irpino immediatamente dopo il cambio di allenatore e Carmine Amato non si lascia sfuggire l’occasione per intascare tre punti e far aumentare la bagarre in zona retrocessione.
A decidere la contesa la rete del giovane D’Acierno giunta nei primi venti minuti, poi il forcing dei nero azzurri non porta la marcatura del pari.
La sfida è stata comunque condizionata da l’incerta decisione di Guarino di Torre del Greco, ma non è una scusante questa per i costieri che devono guardare in casa propria e mangiarsi le mani per le occasioni non sfruttate ancora una volta da Marino, espulso nel finale.
Con questa sconfitta e le due espulsioni rimediate il Massa Lubrense si condizionerà anche la partita con il Calpazio del prossimo fine settimana quando dal primo minuto si potrebbe rivedere in campo bomber Aiello.
«Purtroppo abbiamo pagato a caro prezzo l’ingenuità commessa in difesa – tuona Gargiulo -. Con una sola partita abbiamo messo a repentaglio tutto il campionato. Contro il Calpazio saremo contati in attacco. Confido nella voglia di riscatto da parte dei miei ragazzi per rifarci al Cerulli»

Atripalda – Massa Lubrense 1-0
Atripalda: Imparato 6, Tancredi 6, Sicignano 6, Ambrosio 6, Stompanato 5.5, Tirri 7, Cerullo 6 (12’st Saviano 6), Rupa 6.5, Simone 5.5 (30’st Loasses sv.), D’Acierno 7 (50’st Modesto sv), Barletta 6.5. A disp.  Santaniello, Coscia, Vacca, Nappi.
All. Amato C. 6.5.
Massa Lubrense: Stinga 6.5, Siniscalchi 5.5 (42’pt Esposito 5), De Stefano 6 (23’st Celentano sv), Cappiello 6.5 (38’st Marcia sv), Bagnulo 6, Autiero 5.5, Iovino 5.5, Vinaccia 6, Marino 4.5, Porzio 6, D’Esposito 6. A disp. Ruocco, Capasso, Cuomo, Veniero.
All. Palmieri 5.5.
Arbitro: Guarino di Torre del Greco 4.5.
Marcatori: 19’pt D’Acierno (A).
Note: Ammoniti Sicignano, Imparato, D’Acierno (A) e D’Esposito (ML).
Espulsi: al 33’pt Nappi (A) dalla panchina per proteste, al 15’st Stompanato (A) e Esposito (ML) per reciproche scorrettezze, al 20’st Marino (ML) per proteste. Spettatori 250 circa.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!