Ruotolo:”Sorrento è la partita più difficile dell’anno”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

"La più difficile gara dell'anno", così Gennaro Ruotolo alla vigilia del match contro il Foligno (foto Pollio)

Sorrento – Sereno e pacato Gennaro Rutotolo nella consueta conferenza stampa del venerdì ha parlato a tutto tondo del momento del Sorrento e della difficile sfida che attende i costieri al Blasone di Foligno contro i padroni di casa.
Ha nuovamente blindato gli allenamenti il condottiero di Santa Maria a Vico che non vuole scoprire le carte della sua squadra in vista del prossimo impegno di domenica in Umbria.
«Avremo sicuramente tre indisponibili, mentre Di Nunzio è tornato ad allenarsi in gruppo – dichiara Ruotolo-. Le assenze non ci condizioneranno perché chi è andato in campo lo ha sempre fatto con lo spirito giusto e ha dato il suo contributo alla squadra».
Il leit-motiv degli ultimi tempi riguarda lo schieramento tattico con cui i rossoneri scenderanno in campo a Foligno. La duttilità del Sorrento è sempre stata l’arma in più e potrebbe confermarsi tale anche contro i bianco azzurri.
«Difesa a 3 o 4 non cambia nulla – se la ride il mister rossonero -. L’importante è come viene interpretato e affrontato lo schieramento che sceglieremo. Cambiare aiuta a crescere e la squadra ha sempre dimostrato di potersi migliorare».

“Il modulo? Cambiare aiuta a migliorare” in sintesi il Ruotolo penisero (foto Penna)

Nessuna dritta per chi si sarebbe aspettato un team costiero più guardingo in vista della sfida contro l’ultima della classe. Una contesa che da sola potrebbe essere sottovalutata dai ragazzi del presidente Gambardella.
«E’ la partita più difficile dell’anno perché si potrebbe avere un calo di concentrazione, ma questo non deve avvenire – tuona Ruotolo -. Guai a sottovalutarli. Ognuno di noi deve trovare le giuste motivazioni per una partita che è diversa dal derby vinto contro il Benevento».
I tre punti ottenuto contro i sanniti sono stati una spinta ancora più forte verso gli spareggi promozione e come aveva anticipato il difensore Rocco Sabato, guai a sbagliare partita contro gli umbri, perché sette punti sono difficili da recuperare per tutti.
«Siamo noi gli artefici del nostro destino e siamo noi a dover trovare la giusta concentrazione per battere il Foligno e dare continuità – conclude l’allenatore costiero -. Dobbiamo fare del nostro meglio per cercare di porci obiettivi sempre più ambiziosi».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!