Automodellismo: parte la stagione di Valerio Moccia

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Le date del campionato italiano Amsci di automodellismo che vedrà impegnato il carottese Valerio Moccia

Con la Freedom Cup è ufficialmente partita la stagione dell’ automodellismo, una disciplina motoristica molto in voga negli anni ’80-’90 che negli ultimi anni è tornata alla ribalta grazie alle prestazioni di Valerio Moccia, giovane talento carottese del radiocomando, già campione regionale nel 2009 che vanta anche un terzo posto a livello italiano nell’anno successivo e la vittoria del trofeo 150 Italia nel 2011 sul circuito “L. Collari” di Cassino.
La prima prova di questa competizione si è svolta sul mini circuito di Quarto, una nuova struttura all’avanguardia dove Valerio, che radiocomanda una Shepherd, un modello tedesco molto performante, ha ottenuto facilmente la pole position nella categoria F1 superando anche alcuni piloti della categoria superiore, la Expert, come Marrone e D’Alterio.
In gara le cose non sono andate per il meglio a causa di un problema alla cinghia che ha costretto Moccia a correre con sole 2 ruote motrici fino al ritiro.
La gara di Quarto ha avuto tra gli ospiti la leggenda di questo sport, Lamberto Collari, il pilota più forte al mondo, irraggiungibile con i suoi 9 mondiali vinti e che vanta record di velocità in tantissime piste sparse per il mondo.
La delusione per il mancato risultato in gara deve dunque trasformarsi in spinta verso il

Valerio con il padre meccanico Michele e il suo vecchio modello nudo

campionato italiano organizzato dall’Amesci che si correrà su tre gare e partirà il 15 aprile sulla pista di Locorotondo in Puglia, mentre la seconda prova vedrà i piloti impegnati a Bologna e la terza ed ultima a Cassino, dove Valerio Moccia ha più volte vinto gare importanti e dove l’anno scorso è stato fermato dalla pioggia che ha compromesso una rimonta spettacolare costringendo il pilota carottese a mettere da parte le velleità tricolori. Il 2012 però, può finalmente essere il suo anno dopo la sfortuna della passata stagione.

©riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!