S. Agnello, parla il portiere Palomba: “Con la Casollese un’altra finale”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Un rilancio di Palomba, portiere della Fc Sant'Agnello

Sant’Agnello – Il Sant’Agnello è atteso domenica da un’altra partita fondamentale per l’accesso ai playout che potranno significare salvezza per la squadra di Guarracino. Una salvezza che non sembra più un miraggio dopo le tre vittorie consecutive che la squadra è riuscita ad ottenere nelle ultime tre gare. Un risultato quasi insperato solo un mese fa, che vede tra i protagonisti il portiere Gianmarco Palomba che con i suoi interventi ha contribuito alla realizzazione di questa impresa: «Non ci aspettavamo questi risultati ma si sentiva nell’aria che qualcosa di buono sarebbe successo – ammette -, siamo più sereni in allenamento e siamo sempre concentrati e motivati a seguire il mister che è più tranquillo. Tutto questo ci ha permesso di ottenere questi risultati».
Aveva iniziato ai margini della squadra che contava nel girone d’andata sulle parate di La Mura, poi ha ripreso il suo posto tra i pali della Fc giocando da titolare le gare più difficili, quel tour de force con le prime tre che aveva affossato le speranze santanellesi prima dell’exploit sorprendente che ha permesso alla formazione di abbandonare l’ultimo posto e di risalire di due posizioni. «Inizialmente per alcune incomprensioni non ho giocato – spiega il numero 1 santanellese -, poi però mi sono reso conto di non voler lasciare e che avrei voluto giocare e fare bene, mi hanno aiutato molto i compagni che mi hanno spinto a tornare e pian piano ho acquistato fiducia anche se all’inizio non ero molto in forma come ora grazie ad allenamenti sempre migliori». Prestazioni in crescendo fino al rigore parato contro il Metelliana che solo grazie ad un tap in su ribattuta si è trasformato in gol. La prossima gara per il Sant’Agnello contro la Casollese rappresenta dunque un altro step da superare per l’obiettivo salvezza; si tratta di uno scontro diretto che può permettere alla squadra di avvicinare Anacapri e Pimonte distanti 4 punti ma con due gare da recuperare: «Sarà un’altra finale- conclude Palomba -, speriamo nel ritorno di Luigi Gargiulo che si sta allenando e che è un ottimo elemento per noi, ci sono Dentale e Schettino squalificati e non so il mister cosa deciderà di cambiare nella formazione iniziale».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!