Juniores: Il Massa insegue il Savoia

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Torna al successo la Juniores del Fc Sant'Agnello

Sarà una lotta dura e avvincente quella nel girone H di Attività Mista tra i costieri del Massa Lubrense e il Savoia. L’ultimo turno di campionato ha convalidato la tesi che le due compagini saranno lì a giocarsi la vittoria del girone testa a testa sino alla fine.
I torresi rifilano la manita al malcapitato Città di Pompei, seconda forza del campionato tre giornate fa, i nero azzurri in trasferta espugnano il campo del Pimonte con il classico punteggio all’inglese grazie alle reti di Mastellone e Volpe.
Il Sant’Agnello  in un match, che ha impegnato i costieri sino allo scadere, si impone con il minimo scarto sullo Sporting Scafati grazie alla rete di D’Esposito. E’ il portiere Palomba a salvare capra e cavoli a pochi minuti dalla fine quando i giallo blu su calcio piazzato hanno chiamato l’estremo difensore all’intervento risolutore. Gli scafatesi, con caparbietà, hanno provato sino alla fine a rimettere in equilibrio la contesa, mentre i granata di Cappiello hanno sfiorato la rete del raddoppio con Fiorenitno e Ferraro.
Il San Giovanni Battista subisce il pokerissimo dell’Atletico Bosco a domicilio, mentre il Vico Equense perde ad Anacapri. La Libertas stabia si conferma compagine temibile espugnando il De Sica di Positano e insegue il duo di testa.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!