Libertas esperta, Massa sprecone

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Non basta la rete di Bagnulo al Massa contro la Libertas

Massa Lubrense – È con l’esperienza della grande squadra che la Libertas Stabia espugna il Marcellino Cerulli di Massa Lubrense per 3-1. I costieri non demeritano al cospetto di una compagine che punta decisamente ai play-off, ma sbagliano troppo negli ultimi sedici metri e vengono puniti dalla dura legge del calcio.
La partenza è tutta di marca giallo blu con gli uomini di Di Somma che prima sprecano con Fiorillo da ottima posizione a al diciottesimo passano in vantaggio su calcio di rigore. Teta dal limite colpisce l’incrocio, la sfera giunge a Balzano che è atterrato da dietro da Zapparella. Dagli undici metri il numero nove non lascia scampo a Fiorentino.
Potrebbe essere un colpo troppo duro da digerire per una squadra in lotta per la salvezza, ma il Massa dimostra di essere nel match perché costringe gli stabiesi ad abbassare il baricentro e subire le iniziative nero azzurre.
Porzio sposta il proprio raggio d’azione entra nel vivo del gioco e per la difesa ospite son dolori. Le occasioni non vengono sfruttate a dovere con il talentuoso centrocampista vicano e da D’Esposito che all’interno dell’area di porta spedisce clamorosamente sul fondo.
Il tempo di essere colpiti dalla fredda aria di Schiazzano che i padroni di casa pareggiano. Mischia in area su calcio piazzato, con la mano tocca prima Fiorillo, poi Marino, la sfera giunge a Bagnulo che di forza rimette il parziale in equilibrio.
La Libertas sembra potersi accontentare, Amita detta i tempi, Teta si accende a sprazzi e nel Massa Porzio è un’ira di dio, ma nel momento migliore dei massesi ecco che la gara svolta. Zapparella commette uno sciocco fallo su Teta, il numero otto mette dentro la punizione sul secondo palo Fiorillo si fa perdonare gli errori e porta vanti i giallo blu.
Punto sul vivo il Massa getta il cuore oltre l’ostacolo e costruendo il gioco sul suo fantasista Porzio e su Iovino prova a pervenire di nuovo al pareggio.
Rastiello si ricorda che l’esperienza è dalla sua parte e compie due interventi salva risultato, prima sul numero dieci costiero, poi su Cuomo. Due spizzate di testa dei nero azzurri chiamano vendetta spegnendosi sul fondo e il gancio allo stomaco che piega le velleità dei nero azzurri. Vincenzo Esposito già ammonito protesta scioccamente e va a fare la doccia prima della fine del match.
La spinta del Massa c’è ancora, ma la confusione la fa da padrona, ma sul finire la ripartenza della Libertas chiude ogni discorso. Zapparella chiude in ritardo su Savino che trafigge Fiorentino in uscita.

Massa Lubrense – Libertas Stabia 1-3
Massa Lubrense: Fiorentino 6, Zapparella 4, D’Esposito 5.5, Cappiello 5 (28’st Celentano 6), Bagnulo 6, Autiero 6 (38’st Balduccelli sv), Iovino 6, Vinaccia 5.5 (22’st Cuomo 6), Marino 5, Porzio 6, Esposito V 4. a disposizione: Stinga, Volpe, Marcia, Siniscalchi.
Allenatore: Palmieri 5.5
Libertas Stabia: Rastiello 6.5, Ferrara 6, Cipriano 6, Amita A 7, Fiorillo 6.5, Zamparelli 6, Celardo 6, Teta 6.5 (38’st Labaro sv), Balzano 6 (28’st Savino 6), Migliozzi 5.5, Raia 6.5. A disposizione: Cortile, Calvanico, Amita F (I), Esposito L, Amita F (II).
Allenatore: Di Somma 6.5
Arbitro Chianese di Napoli 5.5
Marcatori: 18’pt Balzano (L), 6’st Bagnulo (M), 19’st Fiorillo (L), 42’st Savino (L)
Note: Spettatori 100 circa. Ammoniti: Iovino, Vinaccia, Porzio, Ferrara, Savino. Espulsi: Di Somma e Esposito V. Angoli 11-4 per il Massa. Recupero: 1’pt, 5’st

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!