Sorrento, Ruotolo:”Serve continuità”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Chiede continuità ai suoi Gennaro Ruotolo

Sorrento – Non lo ha fermato neppure la febbre. Gennaro Ruotolo è sceso in campo regolarmente per dirigere l’allenamento dei suoi uomini in vista del match contro la Reggiana.
Un pensiero ormai lontano all’incontro con gli irpini di Bucaro, la mente proiettata agli emiliani, senza cambiare parola d’ordine: continuità.
«Ogni gara ha una storia diversa – spiega il tecnico rossonero -. La cosa certa è che si deve sempre scendere in campo per dare continuità ai propri risultati, senza dimenticare quello che si è fatto, ma cercando sempre di migliorarsi».
Si gioca, non si gioca. È questo che frulla nella testa dei supporter e dei calciatori costieri in vista della trasferta di Reggio Emilia. Non è facile preparare una partita che a due giorni dalla data fissata dal calendario della Lega Pro è ancora in bilico.
«Non ci sarà neppure il tempo di pensare se si giocherà o meno – commenta Ruotolo -. I ragazzi sanno bene che la testa deve essere solo proiettata alle indicazioni per entrare in campo e fare la partita senza lasciarci condizionare neppure dalle condizioni del tempo».

“Pensare al rinvio? Neanche per sogno” (foto Pollio)

La cappa di freddo ormai attanaglia tutta l’Italia da nord a sud e tra difficoltà di trasporti e agibilità del Giglio tutto è rimandato a quello che il GOS (Gruppo Operativo per la Sicurezza) deciderà sabato pomeriggio. I teloni sono stesi e sembra che le intemperie non debbano avere la meglio sull’organizzazione della gara.
La Reggiana dovrà fare a meno di due elementi, ma l’occhio del condottiero rossonero è tutto rivolto verso i suoi che si sono allenati bene e che oggi svolgeranno la rifinitura per poi partire alla volta della provincia emiliana.
«E’ inutile pensare a chi saranno gli assenti dall’altra parte c’è solo da guardare in casa nostra – dichiara Ruotolo -. Noi ci siamo tutti e avrò la possibilità di scegliere il miglior undici tra tutta la rosa».
Un roster ampio che ha già dimostrato in più di una occasione di sapersi adattare a diverse soluzione tattiche. L’allenatore confida nei suoi, ma non si sbilancia in vista del ventitreesimo turno di campionato.
«Essere duttili e poter cambiare è un merito dei miei ragazzi – conclude il mister costiero -. Ancora non ho deciso con che modulo e con chi scenderà in campo il Sorrento al Giglio domenica».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!