Basket: Fortitudo ko ad Agropoli

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sorrento – E’ terminato con una sconfitta il ciclo terribile della Fortitudo Sorrento in Promozione che cede alla maggiore esperienza dell’Agropoli.
Non era semplice imporsi contro una squadra in piena lotta per il salto di categoria, ma i bianco verdi almeno in parte del primo quarto hanno giocato alla pari contro i quotati avversari poi con una gestione opinabile di quattro possessi i cilentani piazzano il break decisivo per condurre in porto la contesa.
«Abbiamo approcciato bene all’incontro – commenta coach Marino -. Poi abbiamo avuto un passaggio a vuoto e permesso all’Agropoli di piazzare il break che hanno gestito con esperienza».
Al primo tempo tecnico di sospensione i costieri sono già sotto di dieci punti e la montagna da scalare si fa sempre più erta. Non basta al sodalizio della presidentessa Stinga la buona prova di Nico Esposito per riuscire nell’impresa e infatti, all’intervallo lungo i fortitudini sono sotto di 15 (41-26).
«Buona la prova di Nico Esposito, mentre si è sentita l’assenza di Giuseppe Esposito che stava dando una grossa mano – analizza il tecnico costiero -. Dobbiamo ancora crescere come mentalità nell’approntare le partite contro compagini più forti, ma vedo segnali positivi».
Il calendario mette la Fortitudo nella condizione di poter affrontare compagini di pari valore che potrebbe anche significare un miglioramento della classifica.
«C’è l’opportunità di giocare con squadre di pari valore, ma la nostra crescita deve continuare anche sotto il profilo dei risultati che devono migliorare al crescere dell’esperienza in questo campionato – conclude Marino».

Agropoli – Fortitudo Sorrento 67-48
(24-14 41-26 56-35)
Fortitudo: Esposito N. 12, Somma 5, Rossi 9, Peraino F 7, Gargiulo Gio 13, Parvolo 2, Gargiulo Gae, Cascella, Saladino, Tito, Vazza, Mastellone.
Allenatore: Marino

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!