Zigoni sbaglia, Ginestra no. Il derby al Sorrento

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Il goal che ha sbloccato l'incontro di Ciro Ginestra (foto Penna)

Sorrento – Vince con grinta determinazione e spietato cinismo il Sorrento di Ruotolo nel derby verità contro l’Avellino. I lupi irpini danno una buona impressione per compattezza e voglia, ma alla fine Zigoni sbaglia un goal enorme in chiusura di primo tempo, mentre Ginestra punisce Fumagalli alla prima occasione utile. Sotto gli occhi degli ex Paulinho e Armellino i peninsulari vincono per 2-0 grazie a Ginestra e Basso.
Si voleva trasformare la rabbia in voglia per i rossoneri che patiscono questo atteggiamento nel primo tempo in cui si lasciano preferire in avvio, ma si innervosiscono quando l’inadeguato De Faveri inizia il proprio show.
Scappini ha l’opportunità per aprire le danze, ma la sua conclusione, non pulita, chiama l’estremo difensore ospite all’intervento in due tempi.
Zanetti si cala bene nella realtà Lega Pro, deciso nei contrasti, preciso negli appoggi e nelle chiusure si prende sin da subito le chiavi del centrocampo dove Camillucci è tornato il mille polmoni di inizio campionato.
L’Avellino ribalta immediatamente il fronte con i rilanci di Fumagalli per innescare il tridente, ma un sempre più convincente Bonomi stoppa spesso e volentieri Herrera, mentre Zigoni stretto tra Nocentini e Terra lotta come un gladiatore, ma sciupa quello che riesce a creare.
In avvio calcia alle stelle dall’interno dell’area di rigore, poi in chiusura da cinquanta centimetri manda la palla incredibilmente oltre la traversa con Vanin a terra che scatena proteste.
Non c’è il tempo per applicare la dura legge del goal per il Sorrento che nella ripresa, però, cambia pelle, scioglie le gambe e spinge sull’acceleratore. I pericoli per il pipelet bianco verde giungono principalmente su palla inattiva e al diciannovesimo l’Avellino capitola. Basso centra dalla sinistra, Nocentini fa velo e Ginestra con una violenta puntata mette la sfera nel sette.
I costieri controllano il ritorno degli uomini di Bucaro e li puniscono in chiusura di frazione. Veloce azione sulla sinistra, Basso centra, Corsetti centra il palo, a Scappini non riesce il tap-in, la palla giunge a Camillucci che la rimette al centro, Basso di contro balzo decide di mettere la parola fine al derby.

SORRENTO-AVELLINO: 2-0
RETI: 19’ st Ginestra, 43’ st Basso
SORRENTO (4-4-2): Rossi; Vanin, Terra, Nocentini, Bonomi; Croce (40’ st Corsetti), Camillucci, Zanetti, Basso (46’ st Sabato); Scappini, Ginestra (36’ st Beati). A disp.: Chiodini, Romeo, Niang, Maritato. All.: Ruotolo
AVELLINO (4-3-3): Fumagalli; Zappacosta, Puleo, Cardinale, Pezzella (40’ st R. Ricci); D’Angelo, Massimo, Arcuri; Herrera (32’ st Thiam), Zigoni, De Angelis (26’ st M. Ricci). A disp.: Fortunato, Zammuto, Labriola, Malaccari. All.: Bucaro
ARBITRO: De Faveri di San Donà di Piave (Tozzi/Ernetti)
NOTE: Spettatori 800. Ammoniti Arcuri, Basso, Pezzella. Angoli 7-3. Recupero 1’ pt; 5’ st

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!