Ottima prestazione della Gimel a Scafati

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Scafati – Sconfitta con onore per la Gimel Sant’Agata contro la Tecnocompositi Scafati, terza forza del campionato di serie C femminile. Una prestazione che soddisfa pienamente il tecnico delle costiere, Andrea Aversa, che ha commentato la gara giocata dalle sue ragazze: «Abbiamo giocato bene soprattutto nel primo set – spiega il tecnico – che siamo riusciti a vincere, nel secondo putroppo ci siamo un po’ fermati e l’avversario è uscito fuori. A parte il risultato è stata una prestazione veramente buona rispetto ad altre volte in cui non abbiamo giocato al meglio».
Il 3-1 finale per le padrone di casa era un risultato annunciato dopo la vittoria per 3-0 alla Pulcarelli nella prima gara del campionato dello scorso ottobre. Ma l’esperienza delle ragazze, ormai maturate dopo un girone d’andata di studio, ha fatto si che la partita restasse incerta fino almeno al terzo set: «Nel terzo set c’è stato qualche intoppo con il segnapunti che ci ha fatto fare un giro in più – commenta Aversa – ma non ci lamentiamo di questo, il modo in cui abbiamo affrontato la gara e in cui abbiamo giocato è molto positivo». Ancora qualche problema con gli infortuni per Aversa, che ha schierato Amitrano febbricitante e Marciano che sembra aver risolto il problema alla mano dopo l’infortunio di qualche settimana fa. Si torna adesso alla Pulcarelli per una sfida da vincere assolutamente contro la Primavera Avella, sconfitta all’andata 1-3 a domicilio e cenerentola del campionato con soli tre punti all’attivo. La gara con Scafati rappresenta quindi un segnale più che positivo per il prosieguo del campionato: «Sapevamo che saremmo venuti qui a giocare – conclude il tecnico – e non per fare risultato, abbiamo molte speranze per il girone di ritorno, dobbiamo giocare bene e vincere con le squadre alla nostra portata».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!