Promozione speciale derby: il parere dei tecnici

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

De Simone, coach del Vico Equense

Sant’Agnello – Ancora poche ore e sarà derby, una partita importantissima per le sorti del Sant’Agnello e del Vico, un vero e proprio testacoda che potrebbe però riservare tante sorprese: i tecnici De Simone e Guarracino, raccontano come le due formazioni arrivano alla partitissima del Cerulli.
De Simone: «Siamo in salute, ho solo Di Capua fuori ma per la seconda gara consecutiva il pollaio è pieno. Per noi è una partita come le altre, tranquilla, non abbiamo nessun tipo di rivalità»
Guarracino: «Abbiamo perso Gargiulo ma recuperiamo Parlato nel settore dove c’era più bisogno, il centrocampo. Stiamo discretamente, speriamo di essere anche pronti mentalmente per giocarcela a viso aperto, comunque non abbiamo mai subito neanche con le prime».
Il parere degli allenatori verte poi sulla condizione dei rispettivi avversari. In entrambi i casi si tratta di una sfida delicata. Il Vico, dopo dieci risultati utili consecutivi ed il pareggio beffa  con Pagani, affronta il Sant’Agnello reduce dal 5-2 di Ercolano ma con il coltello tra i denti senza più nulla da perdere.
De Simone: «Loro sentiranno molto più di noi la partita perchè i ragazzi sono tutti della zona, hanno motivazioni maggiori. Non hanno ancora mollato, sono delle mine vaganti grazie alla loro posizione di classifica e stanno bene in campo».
Guarracino: «Il Vico è una società di esperienza, un buon gruppo gestito bene, sapevo già che avrebbero fatto un ottimo campionato e poi con alcuni elementi come Lucarelli riescono a fare il salto di qualità negli ultimi venti metri».

Guarracino, allenatore del Sant' Agnello

Obiettivi dunque diversi per le due società; il Vico sotto sotto spera di scippare la testa della classifica a Cicciano ed Ercolano, il Sant’Agnello spera senza disperare nei playout.
De Simone: «Noi andiamo sempre in campo per vincere ma chi ha visto la partita domenica sa che c’è un po’ d’amarezza vista la sconfitta del Cicciano. Abbiamo sciupato una occasione e forse è il letimotiv della nostra stagione. Ora guardiamo avanti senza perdere di vista chi sta dietro di noi».
Guarracino: «L’anno ha preso una brutta piega, siamo colpevoli della nostra posizione ma dobbiamo onorare il campionato, c’è ancora un cospicuo margine di partite per agganciare i playout. Sappiamo che le prossime quattro sfide dopo il Vico saranno decisive per capire se ce la faremo o no».
©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!