Sorrento, Ruotolo: “Ripartiamo dalla prestazione di Taranto”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

"Ripartiamo dalla prestazione di Taranto" tuona Ruotolo (foto Romano)

Sorrento – Sicuri, concentrati e vogliosi di riprendersi quello che a Taranto è stato scippato, con questo stato d’animo il Sorrento di mister Ruotolo ha affrontato la settimana di lavoro in vista del derby contro l’Avellino.
«E’ finita lì, inutile pensarci su. Bisogna andare avanti – commenta il tecnico costiero -. Cancelliamo gli episodi, ma ripartiamo dalla prestazione perché abbiamo affrontato alla pari il Taranto che senza la penalizzazione sarebbe capolista».
Martedì il messaggio del vice presidente Attilio Gambardella e del presidente Mario Gamabardella che evidenziava come i costieri, società sana, fossero stati danneggiati a vantaggio degli ionici che di certo di pecche ne hanno più d’una.
«La società ha fatto un comunicato da grande squadra e ha espresso tutto il suo disappunto in modo chiaro e con signorilità».
No dimentica i giovane Armellino che ha lasciato Sorrento e si è accasato alla Reggina in B. Una grande opportunità per chi ha lavorato sodo facendo tanta gavetta.
«Siamo tutti contenti. Società, allenatore e giocatore che avrà una grande opportunità per mettersi in mostra e giocarsi le proprie chance in una categoria superiore. Gli auguro le migliori fortune».

Un mercato che ha portato a Sorrento elementi importanti come: Beati, Paolo Zanetti e Maritato, l’allenatore però aspetta per dare un giudizio. La suprema corte come sempre sarà il rettangolo verde.

“Ho visto la giusta applicazione da parte dei nuovi” dichiara il tecnico rossonero (foto Romano)

«Sono state tutte operazioni ragionate e abbiamo mirato prima all’uomo e poi al calciatore. Tutti i nuovi si sono calati al meglio nella nostra realtà – spiega Ruotolo -. Non fa differenza se le trattative sono state concluse nei primi giorni o alla fine del mercato, ma come i nuovi si mettono in relazione con gli altri e su questo ho visto segnali positivi».
Una squadra camaleonte quella rossonera che sta riuscendo a interpretare al meglio moduli e idee del nuovo allenatore. Non sono i numeri a fare la differenza, ma anche quella fame e la voglia di ottenere tutti lo stesso obiettivo. I nuovi potrebbero essere un altro tassello importante per modificare lo scacchiere costiero.
«E’ la duttilità la nostra arma in più – analizza l’ex tecnico del Livorno -. Possiamo fare diversi moduli, ma con l’atteggiamento giusto. Ognuno sa che può essere utile alla causa in ogni momento. Se cambierò ancora modulo? Chi lo sa».
L’Avellino è consapevole che in Costiera potrebbe essere un match importantissimo nell’ottica play-off e il condottiero della squadra rossonera è comunque fiducioso nelle capacità dei suoi uomini.
«Abbiamo preparato il match contro gli irpini come abbiamo sempre – sintetizza il condottiero di Santa Maria a Vico -. Siamo vogliosi di fare punti. Siamo pronti e manterremo il campo consapevoli delle nostre caratteristiche per poter far male ai bianco verdi».
Un allenatore giovane, Bucaro, una piazza calda che vive un buon momento. Il tecnico costiero però è convinto dei propri mezzi.
«Di certo rispettiamo l’Avellino, ma senza timore – conclude Ruotolo -. Siamo consci del loro momento, ma anche i bianco verdi dovranno pensare alle contromosse contro di noi. Noi andremo in campo per far goal alla prima occasione possibile».

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!