Promozione speciale derby: parlano i capitani

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Francesco Rapesta, capitano del Vico Equense

Si avvicina la gara che può assicurare l’undicesimo risultato utile al Vico Equense o può rappresentare la risalita della china per un Sant’Agnello ultimo in classifica. I capitani comandano la squadra sapendo di dover combattere per obiettivi molto diversi ed arrivano alla gara con stati d’animo differenti: il Vico dopo il pareggio beffa con la Pro Pagani e il Sant’Agnello dopo la batosta con l’Ercolano seconda forza del girone:
Rapesta – «Arriviamo alla partita con tanta voglia, domenica abbiamo buttato via due punti in modo assurdo, dobbiamo riscattarci ma sappiamo che non sarà affatto facile».
Dentale –  «Ci arriviamo male dopo la sconfitta di domenica causata da errori ingenui e dopo aver preso due gol su palle inattive dovute a nostre disattenzioni. La vittoria del Metelliana ci ha un po’ sorpresi e ci taglia un po’ le gambe, ma c’è ancora tanto da giocare».

Interessante sapere come le fasce di Vico ed Fc vedono le rispettive squadre che si incontreranno domenica al Cerulli; Rapesta e Dentale cercano di scoprire le carte dei dirimpettai per puntare ad un risultato positivo.
Rapesta – «Il Sant’Agnello non merita la posizione di classifica attuale, stanno dando filo da torcere a tutti e dobbiamo affrontare questa partita con i piedi di piombo, senza farci prendere da facili entusiasmi».
Dentale – «Il Vico è una squadra organizzata che gioca di collettivo e non con le individualità come tutte le squadre di questo girone che non hanno mostrato nessun giocatore capace di fare la differenza, partendo dal Cicciano fino a noi».

Rosario Dentale (a dx) capitano del Sant'Agnello

Obiettivi molto diversi per le due squadre, ma non ancora definiti. Il Vico può ancora puntare al primo posto considerate le battute d’arresto frequenti delle squadre in cima, Il Sant’Agnello spera nei playout e di giocarsi lì le chance di salvezza.
Rapesta – «L’obiettivo del nostro campionato è sempre quello dei playoff, per noi però è fondamentale giocare partita dopo partita e stabilire poi nuovi obiettivi».
Dentale – «La società ha puntato sui giovani e tutto quello che verrà sarà guadagnato in termini di esperienza, davanti a noi ci sono altri 4 mesi però e noi non retrocederemo».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!