Volley U18M: La Apd stende Oplonti

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sant’Agnello – Nessun intoppo per la Under 18 maschile della Apd Carotenuto che batte la Oplonti Volly e mantiene la vetta del proprio girone appaiata con la Uisp Ercolano.
E’ un tre a zero che fa molto morale quello dei bianco blu della coppia Cafiero-Gargiulo anche perché per la terza volta consecutiva manca una coppia di titolari: Souza, Coppola.
Si deve fare di necessità virtù e i piccoli pallavolisti di Sparta spazzano via senza colpo ferire gli avversari.
Una partita controllata dall’inizio alla fine per il sodalizio di via dei Pini che pressa sempre molto bene in battuta costringendo il palleggiatore ospite a correre molto, difendendo quello che c’è da ricevere e con costanza a chiudere sempre bene i parziali anche grazie all’apporto della panchina che in questi casi è chiamata in causa con costanza per far rifiatare gli elementi del sestetto iniziale e maturare esperienza per il futuro.
Il prossimo turno vedrà i costieri impegnati in quel di Casalnuovo, mentre la Uisp farà visita all’Ischia nel match che potrebbe dire tante cose sul futuro di questo girone.

Apd Carotenuto – Oplonti Volley 3-0
(25-18; 25-15; 25-12)

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!