Promozione speciale derby: I presidenti

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sorrento – Manca poco e domenica sarà derby. A trovarsi di fronte il Fc Sant’Agnello di Negri e il Vico Equense di Savarese. Due compagini che sono nate con obiettivi simili, ma che strada facendo hanno visto dividersi gli obiettivi: salvezza per i santanellesi, promozione per i vicani.
La costruzione è avvenuta in modo diverso, ma con un concetto simile: i  giovani. Bianco azzurri che hanno puntato sul vivaio, bianco rossi che si sono affidati alle sapienti mani del presidente per pescare under promettenti fuori penisola.

Savarese – «L’obiettivo ora come ora sono almeno i play-off. Il campionato ci sta insegnando che nulla si può dare per scontato e si può vincere e perdere contro tutto e tutti. Quindi occhio anche al Sant’Agnello».
Negri – «La stagione non è negativa, far giocare i giovani è un rischio che abbiamo preventivato, ritroveremo il prossimo anno il lavoro fatto in questa stagione facendo maturare tanti under che l’anno prossimo formeranno l’ossatura della nostra squadra».

L’obiettivo per il derby è chiaro per tutte e due le compagini: la vittoria, che di certo darebbe un significato particolare alla classifica delle due squadre per lottare per i propri obiettivi con smalto ritrovato.

Savarese – «Certo che la vittoria è il nostro obiettivo e darebbe nuova linfa alle speranze di promozione diretta. Sono consapevole però che gli uomini di Guarracino non scenderanno in campo già sconfitti e venderanno cara la pelle come hanno fatto sino ad ora. Poi Antonio è un mister preparato dal carattere molto grintoso cosa che di certo trasmetterà alla squadra».
Negri – «Affronteremo questa partita con lo stesso obiettivo di sempre, cioè quello di fare punti. Ce la andremo a giocare, il Vico è in serie positiva da dieci partite ma le serie sono fatte anche per essere interrotte. La speranza è l’ultima a morire, questi ragazzi possono esplodere in qualsiasi momento, può succedere domenica come tra tre gare, alla lunga avremo ragione di aver portato avanti questo progetto, speriamo di non aspettare troppo a lungo».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!